"Hikikomori", la mia vita in una stanza

  • Quando il 16/02/2019 dalle 14:30 alle 18:30 (Europe/Rome / UTC100)
  • Dove Forlimpopoli, Multisala Cineflash, via Emilia per Forlì 1403
  • Aggiungi l'evento al calendario iCal

“La mia vita in una stanza. Hikikomori, il nuovo fenomeno del ritiro sociale giovanile” è il tema del convegno per genitori, docenti e professionisti in ambito sociale e sanitario in programma sabato 16 febbraio (ore 14.30-18.30) a Forlimpopoli, Multisala Cineflash (via Emilia per Forlì, 1403).

"Il fenomeno del ritiro sociale volontario (detto anche "Hikikomori", dalla parola nipponica che significa letteralmente "stare in disparte"), inizialmente osservato in Giappone, a partire dagli anni '80, si sta manifestando anche in altri paesi del mondo e d'Europa, Stati Uniti, Spagna, Francia, Regno Unito ed ora si presenta in crescita anche nel nostro paese.

Con il termine "Hikikomori" si identifica una condizione che colpisce adolescenti e giovani adulti che vivono isolati dal mondo, spesso rinchiusi nella loro camera da letto. Chi soffre questo disagio sociale arriva ad abbondare progressivamente la scuola, gli amici e tutti i contatti sociali diretti, privilegiando quelli virtuali instaurati attraverso la rete. Nei casi più gravi viene rifiutato qualsiasi contatto anche con i genitori.

La letteratura identifica l'”Hikikmori” come fenomeno provocato, in larga parte, dalla competizione sociale e dalle alte aspettative di realizzazione personale tipiche delle società moderne, le quali possono risultare particolarmente stressanti e nocive sui soggetti caratterialmente più fragili e sensibili, in particolare i giovani.

Il seminario ha l'obiettivo di fornire una cornice interpretativa del fenomeno, facendo riferimento agli esiti di rilevazione del questionario realizzato quest'anno dall'Ufficio Scolastico della Regione Emilia Romagna, indicando protocolli di intervento possibili (Regione Piemonte e Emilia Romagna), strategie per l'inclusione scolastica (Miur), possibili linee di intervento terapeutiche e strategie relazionali e comunicative basate sulla esperienze delle famiglie e dei terapeuti dell'Associazione Hikikomori Italia Genitori onlus.

L'obiettivo è quello di cercare di individuare i segnali premonitori del disagio e riuscire a fare una "prevenzione di rete" di questo fenomeno sociale sia in ambito famigliare che scolastico e sociale, favorendo un cambiamento virtuoso della comunità educante nella sua interezza e non solo delle singole persone".

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/01/24 12:09:24 GMT+2 ultima modifica 2019-01-24T12:09:24+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina