Bando regionale per il sostegno a progetti di recupero alimentare a fini di solidarietà sociale

100.000 euro messi a bando dalla Regione Emilia-Romagna per finanziare progetti e interventi finalizzati al recupero, stoccaggio e distribuzione di beni a fini di solidarietà sociale. Bando rivolto a organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, fondazioni ed enti religiosi civilmente riconosciuti. Scadenza per la presentazione delle proposte: 25 gennaio 2020
Stato
Aperto
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Enti del Terzo settore
Data di pubblicazione 10/01/2020
Scadenza termini partecipazione 25/01/2020 23:55

Come partecipare

Il bando regionale si colloca all'interno delle finalità perseguite da tempo dalla Regione Emilia-Romagna: contrasto alla povertà, recupero alimentare e diritto al cibo, lotta allo spreco e tutela dell'ambiente. 
Ogni anno vengono sprecati, a livello mondiale, 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, pari a un terzo di ciò che viene prodotto; in Italia lo spreco domestico è stato quantificato in 8,1 miliardi di euro.
Allo stesso tempo, al fenomeno endemico della grave povertà e deprivazione si è aggiunto, sulla spinta di anni di crisi economica, quello dell'impoverimento di singoli e famiglie, con la conseguente difficoltà, temporanea o persistente, di mantenere una alimentazione quantitativamente e qualitativamente corretta.

Gli obiettivi da raggiungere con le proposte potranno riguardare l’incremento dei beni (alimentari, per l’igiene personale e della casa, farmaci, giocattoli, etc.) da distribuire ai beneficiari finali, con una attenzione alle diverse culture alimentari e alla promozione di stili di vita sani, il potenziamento della collaborazione con le imprese donatrici (aziende produttrici, grande distribuzione organizzata, piccoli esercizi commerciali), la sensibilizzazione di cittadini e imprese, la razionalizzazione della logistica e dei trasporti.

Verranno finanziate anche attività di supporto ai beneficiari, accompagnamento e cura delle relazioni, in considerazione del fatto che la povertà è sempre più un fenomeno multidimensionale, non circoscritto alla carenza di mezzi economici e materiali ma correlato alla solitudine e alla mancanza di reti di sostegno.
Molta attenzione verrà data alla capacità di attivare nuove collaborazioni e di incrementare la responsabilità sociale di impresa.

I progetti, di durata annuale, dovranno avere dimensione regionale o interessare almeno 4 province.


A chi rivolgersi

Tiziana Delpiano
Servizio Politiche per l'integrazione sociale, il contrasto alla povertà e Terzo settore
Tiziana.Delpiano@regione.emilia-romagna.it
Tel. 0515277498

Materia: Diritti e sociale

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/10 10:12:00 GMT+1 ultima modifica 2020-01-10T11:38:17+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina