Bologna, “Sezione femminile”: film sulla detenzione delle donne dal progetto Non solo Mimosa

Bologna, sezione femminile del carcere della Dozza. Una donna traduce le parole del diario di una detenuta straniera, poi, in campo o fuori campo, altre storie e altre parole, quelle di Amanda, seduta fuori dalla cella e poi ancora quelle di un'altra giovane detenuta, Denise, appena entrata nel carcere in cui deve scontare 22 anni. Queste le prime scene di Sezione femminile, un film che vuole documentare con una voce inedita la detenzione dal punto di vista delle donne ma anche, e soprattutto, un percorso riabilitativo alternativo.

Il film sarà proiettato in anteprima pubblica giovedì 22 novembre a Bologna alle 20.30 al Cineteatro Orione di via Cimabue 14.

Alla fine del 2015 nasce, all’interno della sezione femminile della Casa Circondariale di Bologna “Rocco D'Amato”, il Laboratorio Cinema, promosso dall’associazione MEG (Medicina Europea di Genere) nell’ambito del progetto del Comune di Bologna Non solo Mimosa. Obiettivo: realizzare un film sulla detenzione al femminile ma anche offrire un’alternativa ai tradizionali percorsi rieducativi.

Il laboratorio è stato diretto dal regista Eugenio Melloni con la collaborazione periodica dell’attrice Donatella Allegro. In una prima fase sono state realizzate delle letture di testi elaborati nel laboratorio e un medio metraggio di fiction teatrale, ”Elizabeth è scomparsa”, tratto dall’omonimo libro. La seconda fase ha portato alla realizzazione del film “Sezione femminile” che non racconta l’attività del laboratorio ma ne è il risultato.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/11/27 11:09:39 GMT+1 ultima modifica 2018-11-27T11:09:39+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina