martedì 23.10.2018
caricamento meteo
Sections

REM, progetto europeo per promuovere il dialogo interculturale

Mercoledì 3 ottobre, presso la sede di Ceis Formazione a Modena, prende il via un corso di formazione sul tema dei diritti e dei doveri dei cittadini, con riferimento alla Costituzione Italiana, rivolto a giovani migranti, tra i quali minori stranieri non accompagnati e richiedenti asilo, ospiti delle comunità di accoglienza del gruppo Ceis.

Parteciperanno al corso 18 giovani provenienti da 10 diversi paesi: Albania, Costa D’Avorio, Gambia, Marocco, Mali, Nigeria, Pakistan, Romania, Senegal, Somalia.

La formazione è articolata in otto incontri che si svolgeranno da ottobre a dicembre.

Il corso è parte del progetto europeo Rem - Rights, duties, solidarity, cofinanziato dal programma Erasmus+, di cui Ceis Formazione è capofila e che coinvolge sette organizzazioni partner provenienti da quattro paesi europei: Germania, Italia, Romania e Spagna.

Le organizzazioni coinvolte sono: VHS di Cham in Germania, Cpia di Bologna e Università dell’insubria in Italia, CPIP e Fundatia professional in Romania, Associacion Ambit in Spagna.

Ogni partner realizzerà nel proprio paese un percorso formativo, rivolto a migranti e non solo, uomini e donne, con l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la consapevolezza su quelli che sono i diritti e i doveri riconosciuti nel paese in cui vivono e in Europa, il confronto costruttivo e il dialogo su differenze e somiglianze culturali con il paese di origine dei migranti e quello di arrivo.

I corsi coinvolgeranno studenti di corsi di lingua, di percorsi volti alla naturalizzazione o all’acquisizione della cittadinanza, di scuole superiori, richiedenti asilo e migranti presenti in centri di accoglienza, detenuti ed ex detenuti.

L’obiettivo generale è quello di promuovere i valori democratici e i diritti fondamentali e prevenire la radicalizzazione violenta, spesso generata e favorita da difficoltà di integrazione e quindi dalla percezione di isolamento e non appartenenza al contesto nel quale i migranti vivono.

Il progetto si ispira a una buona pratica realizzata all’interno del carcere della Dozza di Bologna, dove frate Ignazio De Francesco, negli anni passati, ha coinvolto detenuti, originari soprattutto dell’area del Maghreb, in lezioni finalizzate alla riflessione sui diritti e sui doveri, sul confronto tra Costituzioni e tra norme civili e religiose.

All’interno del progetto europeo Rem, un primo adattamento del percorso formativo realizzato alla Dozza è stato realizzato dal CPIA di Bologna da gennaio ad aprile di quest’anno, con una classe di 25 studenti di 15 nazionalità diverse.

Il prossimo 23 novembre a Bruxelles, si terrà un seminario di presentazione del progetto a una platea internazionale proveniente dai diversi paesi europei.

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 01/10/2018 — ultima modifica 01/10/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it