venerdì 20.07.2018
caricamento meteo
Sections

Contro le discriminazioni

Descrizione del progetto Roma-Matrix

È forte la percezione che Rom e Sinti siano, anche nel territorio regionale, vittime di comportamenti e situazioni discriminatorie. Ciò è particolarmente evidente nel mondo del lavoro dove, in particolare in un periodo di crisi economica, difficilmente Rom e Sinti trovano accesso. Ciononostante sono relativamente poco numerose le segnalazioni di discriminazione pervenute da persone Rom e Sinte e si rileva una scarsa conoscenza delle tematiche relative alle due comunità. Si rileva inoltre un ruolo fondamentale delle forze di polizia municipale, che ha la funzione community policing (cioè di polizia di prossimità) ed è spesso la prima interfaccia tra comunità Rom e Sinte ed Enti locali. Gli agenti di polizia municipale diventano il primo contatto istituzionale nel momento dell’insediamento, sono spesso chiamati a controllare il flusso nei campi sosta autorizzati e a gestire quelli non autorizzati; si evidenziano, a volte, limiti nella capacità di gestione positiva di queste situazioni.

Obiettivo generale
L'obiettivo del progetto è il contrasto al razzismo, all'intolleranza e alla xenofobia nei confronti dei di Rom e Sinti, nonché di favorirne l'integrazione in tutta Europa.

Obiettivi specifici
Tale obiettivo generale è stato declinato, in coerenza con quanto descritto delle problematiche locali, in due obiettivi specifici:
- migliorare le competenze delle operatrici e degli operatori della Rete regionale contro le discriminazioni sul tema della discriminazione verso persone Rom e Sinti, aumentando la loro capacità di individuare situazioni di discriminazione ed esclusione sociale e le loro competenze per contrastarle anche in sinergia con i servizi preposti;
- favorire il ruolo di interfaccia positiva delle forze di polizia municipale tra le comunità Rom e Sinte e le istituzioni locali.

Azioni  locali
Sul territorio emiliano-romagnaolo, il progetto prevede le seguenti azioni:
- incontri territoriali con i referenti dei servizi e con le rappresentanze delle comunità per un monitoraggio delle problematiche emergenti a livello locale;
- creazione di un tavolo regionale di confronto sul tema delle discriminazioni verso Rom e Sinti;
- 3 percorsi di formazione delle operatrici e degli operatori della Rete regionale contro le discriminazioni sulle discriminazioni verso Rom e Sinti, gli strumenti di tutela e la prevenzione;
- 2 percorsi di formazione presso la Scuola Inter-regionale di Polizia Locale;
- la produzione di materiali informativi e formativi che rendano disponibili i contenuti dei due percorsi di formazione ad un pubblico più vasto rispetto ai partecipanti.

Il progetto sarà realizzato da un  partenariato di 19 organizzazioni in 10 stati membri dell'UE caratterizzati dalla presenza dell'85% della popolazione Rom dell'Unione Europea. Al fine di raggiungere gli obiettivi del progetto, Roma Matrix è strutturato su quattro grandi temi fra loro interconnessi: ricerca e comprensione; Reporting, Re-indirizzamento e supporto tecnico; Lotta contro il razzismo attraverso l'inclusione; Campagna di comunicazione pubblica. La Regione Emilia-Romagna, con il supporto tecnico di Ervet, è impegnata in particolare in alcune delle azioni progettuali previste, coerentemente con le politiche portate avanti dall’Assessorato in materia di antidiscriminazione.

Partenariato
Il progetto è stato promosso dalla città britannica di Leeds, che ne è capofila e coinvolge 19 soggetti da 10 diversi Paesi dell’Unione europea, tra enti locali e regionali, università, associazioni e soggetti del privato sociale.

Durata del progetto
Il progetto avrà inizio ad aprile 2013 e avrà una durata di 24 mesi.

 

Contatti

Regione Emilia-Romagna,
Servizio Accoglienza e Integrazione Sociale,
Centro regionale contro le discriminazioni

Viviana Bussadori
051 52 774 95
vbussadori@regione.emilia-romagna.it

Miles Gualdi
051 52 774 87
mgualdi@regione.emilia-romagna.it

 

< archiviato sotto: >
Azioni sul documento
Pubblicato il 18/07/2014 — ultima modifica 28/08/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it