giovedì 26.04.2018
caricamento meteo
Sections

Territori da cucire

Dettagli dell'evento

Quando

dal 14/07/2017 alle 20:30
al 02/08/2017 alle 23:30

Dove

Bologna, Valsamoggia

Aggiungi l'evento al calendario

E’ in corso "Stranieri - Da vicino nessuno è locale", la terza edizione di "Territori da cucire", il progetto che il Teatro delle Ariette cura dal 2015 nel territorio della Valsamoggia, nel Bolognese.

Per tutto il mese di luglio fino a inizio agosto, nelle piazze del Comune di Valsamoggia – prossimi spettacoli: 14 luglio a Crespellano; 18 luglio a Castello di Serravalle; 2 agosto a Bazzano - andrà in scena, sempre alle ore 20 e a ingresso libero, lo spettacolo teatrale  "Io, il couscous e Albert Camus".

L'obiettivo dell'iniziativa è quello di avvicinare il teatro ai cittadini, facendolo uscire dal suo spazio tradizionale per approdare nelle piazze, i luoghi di aggregazione sociale, rafforzando così il sentimento di appartenenza alla comunità.

Importante è il tema scelto per l'edizione 2017: quello degli stranieri. Una parola usata e ascoltata quotidianamente, ma sulla quale spesso non si riflette in modo profondo. A tutti gli spettatori, locali e non, saranno poste alcune domande, apparentemente semplici: chi è uno straniero? Chi è un locale? Come riconosci uno straniero? Quali elementi identificano la condizione di straniero e di locale? È una questione di luogo di nascita? Di lingua? Di cultura? Di caratteristiche somatiche? Di condizione sociale? Ti senti o ti sei mai sentito straniero? Ti senti o ti sei mai sentito locale? Essere straniero o locale condiziona il diritto alle pari opportunità?

Lo spettacolo "Io, il couscous e Albert Camus" racconta la storia vera di un diciasettenne bolognese che nell'estate del 1978 va in Normandia ospite della ragazza di cui si è innamorato, e della sua famiglia di origine spagnola emigata prima in Algeria (per sfuggire alla dittatura di Franco) e poi in Francia in seguito alla guerra di liberazione algerina. In Normandia il giovane scoprirà il couscous e il romanzo "Lo straniero" di Albert Camus, e si troverà di fronte alla scelta se restare da emigrante o tornare in Italia.

Azioni sul documento
Pubblicato il 07/07/2017 — ultima modifica 07/07/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it