domenica 21.10.2018
caricamento meteo
Sections

Guida all'informazione sociale

Fatti e numeri dell'Emilia-Romagna in continuo aggiornamento

Disabili

In pillole

Disabili

Disabilità. Sono circa 55.550 le persone under 65 con disabilità grave che percepiscono pensioni di invalidità e/o indennità di accompagnamento in regione (dati 2010). Si tratta di circa il 2% della popolazione. In Italia i disabili sono circa 3 milioni (dati Istat), in Europa circa 80 milioni.

Lavoro. Nel 2011 sono poco più di 37 mila le persone disabili iscritte al collocamento mirato ex Legge 68/1999. Di questi, le donne sono 18.600. Il dato è in crescita: erano poco più di 29 mila nel 2007.

Assegno di cura. Sono oltre 2 mila le persone con disabilità grave o gravissima che ogni anno lo ricevono. I livelli di contribuzione giornaliera sono 4: 10, 15, 23 o 34 euro (a seconda del livello di gravità).

Scuola. I minori seguiti dai servizi di neuropsichiatria delle aziende Usl sono circa 33 mila all’anno, di cui un terzo sono certificati in situazione di disabilità ai fini dell’integrazione scolastica. Gli alunni con disabilità certificata nelle scuole (statali e non) della regione sono 13.254 nell’anno scolastico 2010/2011 con un’incidenza del 2,3% sul totale degli iscritti. La presenza è maggiore alle elementari (circa il 36%). In Italia nell’anno scolastico 2011-2012 gli alunni disabili sono oltre 215 mila (dati Miur).

Docenti di sostegno. Nell’anno scolastico 2010/2011 sono 6.181 gli insegnanti di sostegno nelle scuole statali della regione, con un rapporto di quasi 2 studenti disabili per ogni docente (sono 11.910 gli alunni con disabilità certificata nelle sole scuole statali).

Disabili seguiti dai servizi. Ogni anno sono circa 15 mila gli interventi erogati a persone con disabilità grave o gravissima seguite dai servizi socio-sanitari della regione, con una spesa a carico del Fondo regionale per la non autosufficienza pari a 150 milioni di euro.

Centri diurni e strutture residenziali. Sono 300 quelli attualmente attivi sul territorio regionale. Quelli socio-riabilitativi residenziali accreditati sono 84 per un totale di 1.181 posti. Sono invece 174 i centri socio-riabilitativi diurni per un totale di 2.573 posti.

Autonomia abitativa. Sono circa 2.200 i cittadini che ricevono informazioni e consulenza per adattare il proprio ambiente domestico. Il servizio, gratuito, è offerto dai Caad (Centri provinciali di primo livello per informazioni e consulenza per l’adattamento dell’ambiente domestico) attivati in ogni provincia. Ogni anno sono 700 le persone che ricevono i contributi economici previsti dalla Legge regionale 29/1997 per adattare la casa e la mobilità personale.

Disabilità nel mondo. Secondo una stima delle Nazioni unite, nel 2009 il 10% della popolazione mondiale, ovvero circa 650 milioni di persone, presentava una disabilità fisica, mentale, sensoriale o intellettuale. Di questi, oltre 470 milioni erano in età lavorativa.

In cifre

93.301

Persone di età compresa tra 15 e 64 anni con esenzione ticket per invalidità (2012)

1.306

Disabili gravissimi in struttua e a casa (2012)

15 mila

Gli interventi erogati ogni anno a favore di persone con disabilità grave e gravissima

700

Le persone che ogni anno ricevono i contributi per l’adattamento dell’ambiente domestico

300

I centri diurni e le strutture residenziali in regione

Documenti

Relazione 2012/2013 Fondo regionale Non autosufficienza

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/06/2014 — ultima modifica 26/06/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it