lunedì 16.07.2018
caricamento meteo
Sections

Guida all'informazione sociale

Fatti e numeri dell'Emilia-Romagna in continuo aggiornamento

Bando straordinario zone terremotate

Sono 80 gli enti coinvolti, di cui 63 pubblici. Quattro le province interessate (Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia) con 54 comuni coinvolti.

Pubblicato il 15 febbraio 2013, il Bando straordinario di servizio civile nazionale per le popolazioni colpite dal sisma ha consentito a 500 giovani (+ altri 50 nelle province colpite di Lombardia e Veneto) di impegnare 12 mesi della propria vita in attività di servizio civile nei settori dell’assistenza, educazione, promozione culturale e tutela dei beni artistici. Sono 2 i progetti previsti dal bando. Il primo, “Per Daniele: straordinario come voi” (intitolato a Daniele Ghillani, il giovane di Parma morto nell’ottobre 2012 mentre era in servizio civile in Brasile), ha previsto 350 posti per cittadini italiani a cui la Regione Emilia-Romagna ne ha affiancati 100 per giovani provenienti da altri Paesi atraverso il Servizio civile regionale. I posti sono stati ripartiti: 212 nella provincia di Modena (167 in Scn e 45 in Scr), 110 nella provincia di Ferrara (79 Scn e 31 Scr), 64 nella provincia di Reggio Emilia (49 Scn e 15 Scr) e 64 nella provincia di Bologna (55 Scn e 9 Scr).

Il secondo, “Ri-partire dalla cultura e dal patrimonio artistico”, presentato da Arci servizio civile ha coinvolto in regione 50 giovani (in servizio civile nazionale), di cui 4 nella provincia di Reggio Emilia, 14 nella provincia di Bologna, 15 nella provincia di Ferrara e 17 in quella di Modena.

I giovani sono impegnati in diverse attività che vanno dall’assistenza ad anziani e disabili al doposcuola, dall’animazione sociale all’organizzazione del tempo libero, fino al lavoro nelle biblioteche danneggiate dal sisma. La durata del servizio è di 12 mesi, 30 ore alla settimana e ai volontari spetta un assegno mensile di servizio civile pari a 433,90 euro.

Identikit dei giovani. Sono state 2.847 le domande arrivate per i 500 posti messi a disposizione del Bando straordinario di servizio civile per le zone terremotate, di cui 2.100 per il progetto “Per Daniele: straordinario come voi”, 430 per “Ri-partire dalla cultura” e 317 dai giovani di origine straniera. L’età media dei giovani è di 23 anni. Più numerose le candidature femminili (1.654) rispetto a quelle maschili (1.193). La maggior parte delle domande è arrivata da giovani residenti o domiciliati in Emilia-Romagna (2.414), in particolare da Modena (891) e Bologna (633). Candidature arrivate anche da Puglia (85), Veneto (65), Sicilia (58) e Campania (47). Sono oltre 1.500 le domande da giovani residenti in un comune cratere, 800 quelle arrivate da altri comuni delle province di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia fuori cratere. Il 53% dei candidati è in possesso della licenza media superiore (1.504), mentre un 15% è già laureato (445 persone).

Le nazionalità più rappresentate tra i giovani di origine straniera sono Marocco (53), seguito da Pakistan (32), Camerun (31) e Tunisia (25).

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/06/2014 — ultima modifica 26/06/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it