lunedì 22.01.2018
caricamento meteo
Sections

Immigrazione

Linee-guida sul diritto alla residenza dei richiedenti e beneficiari di protezione internazionale

 

Nel 2015, il Servizio Centrale SPRAR (Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati), in collaborazione con UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati), ASGI (Associazione Studi Giuridici sull'Immigrazione) e ANUSCA (Associazione Nazionale Ufficiali di Stato Civile e d'Anagrafe), ha pubblicato le “Linee-guida sul diritto alla residenza dei richiedenti e beneficiari di protezione internazionale.

Tali linee-guida chiariscono i presupposti dell'iscrizione nelle liste anagrafiche della popolazione residente di un Comune, ricordando come in Italia tale iscrizione afferisca al diritto costituzionale di circolare e soggiornare liberamente sul territorio nazionale (art. 16 Cost.) e nel contempo sia requisito essenziale per poter effettivamente esercitare altri diritti fondamentali.
Si tratta dunque di un presupposto per qualsiasi processo d’integrazione degli stranieri, compresi i richiedenti e i beneficiari di protezione internazionale.
 

L'iscrizione anagrafica, oltre che un diritto, è anche un dovere a cui sia il cittadino italiano sia lo straniero sono chiamati ad ottemperare.
I
l diritto-dovere all'iscrizione anagrafica riguarda sia i richiedenti asilo sia i titolari di protezione, che siano accolti in strutture istituzionali o meno, dovendo la dimora possedere soltanto il carattere dell'abitualità.  

< archiviato sotto: >
Azioni sul documento
Pubblicato il 19/05/2015 — ultima modifica 16/11/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it