lunedì 22.01.2018
caricamento meteo
Sections

Infanzia e adolescenza

Tutte le pubblicazioni 2002-2017

Domenico del Ghirlandaio

Anno 2017

Anno 2016

Anno 2015

Anno 2014

Anno 2013

Anno 2012

Anno 2011

  • Femicidio - Dati e riflessioni intorno ai delitti per violenza di genere
    in collaborazione con Casa delle Donne per non subire violenza Onlus, Bologna
    Parlare di femicidio, ossia delle uccisioni delle donne a causa della loro appartenenza al genere femminile, che con una preoccupante frequenza si susseguono nel nostro paese, significa mettere in luce la relazione stretta esistente tra le morti delle donne e la violenza che esse subiscono in molti ambiti della società, primo fra tutti quello familiare. L’esigenza di procedere a questo tipo di indagine, che annualmente viene pubblicata sul sito della Casa delle donne per non subire violenza di Bologna, www.casadonne.it, nasce dalla constatazione della mancanza totale di dati in Italia, sia sul tema della violenza contro le donne, che su quello delle loro morti. Vi è poi un’esigenza di decostruire un fenomeno che spesso è presentato dai mezzi di comunicazione come un evento eccezionale, una tragedia che non ha spiegazione e che trova origine in un impulso incontrollabile per l’uomo. Parlare di femicidio significa invece parlare della violenza di genere, dimostrare come questi episodi si iscrivano all’interno della relazione uomo-donna, ancora troppo spesso segnata da uno squilibrio di potere, sia nella famiglia che nella società e come sia questa relazione a produrre la violenza.
  • Reti, connessioni e sviluppo di comunità educanti 
    GredInforma n. 2
    Il secondo dossier informativo del Gruppo regionale documentazione educativa è dedicato al tema del contesto ed in particolare a come le connessioni fra settori e competenze diverse costruiscano le premesse operative per dare senso alla comunità educante.
    Nella prima parte, aperta da un’intervista all’Assessore Teresa Marzocchi sulle prospettive politiche del welfare regionale, il dossier si sofferma sui progetti che nella loro realizzazione attivano interconnessioni tra i diversi settori e segmenti del sociale, dell’educativo, del sanitario e dell’istruzione, creando importanti contaminazioni tra saperi diversi, a partire dalla voce delle professionalità che, giorno per giorno, li alimentano.
    La seconda parte dà spazio alle esperienze dai Centri di documentazione pedagogica zero-sei anni ed a progetti regionali quali l’archivio Docurer, che raccoglie le esperienze educative più significative realizzate in Emilia-Romagna e Bambini in Europa, finalizzato allo scambio di saperi e conoscenze anche a livello nazionale, europeo ed internazionale.
    Nell’ultima parte, infine, ogni Coordinamento Pedagogico Provinciale presenta le proprie riflessioni su aspetti positivi e criticità in relazione al ruolo del coordinatore e del referente dei Servizi per l’infanzia.
  • Esercizi di democrazia nei Servizi per l’infanzia - Il coordinatore pedagogico nei processi di cambiamento. Atti del quinto seminario regionale dei Coordinamenti Pedagogici Provinciali, Ferrara, 28 e 29 ottobre 2009
    Quaderno n. 27 Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Il quinto seminario regionale dei Coordinamenti pedagogici, tenutosi a Ferrara nel 2009, è stato dedicato  alle famiglie ed ai processi attivati per garantire loro un protagonismo diretto e non delegato nella fruizione dei servizi socio-educativi. Ciò ha permesso di riflettere sul ruolo del coordinatore pedagogico nei processi partecipativi per indagare se e in che misura la crisi della politica, dei sistemi di rappresentazione dei cittadini, insieme alle trasformazioni culturali, sociali che seguono oggi traiettorie globalizzanti, incidono sulla qualità dell’offerta educativa, e su come si può rilanciare una modalità di coinvolgimento e di partecipazione rinnovata.
  • In viaggio dalla scuola al nido - Incontri tra generazioni per favorire processi interculturali
    Quaderno n. 26 Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    La diversità e l’educazione interculturale sono temi che attraversano le politiche regionali da tempo e che hanno orientato non solo i pedagogisti, ma anche i legislatori e gli amministratori nello sforzo di facilitare fin da piccolissimi lo sviluppo del senso di appartenenza ad una comunità nella quale rintracciare elementi di solidarietà e di coesione sociale. L’esperienza dell’Unione Terre di Castelli presentata in questo volume, meritevole di una diffusione nel circuito regionale, consiste nel trattare il tema dell’intercultura da una prospettiva integrata, poiché nel progetto vengono chiamati in causa non solo i protagonisti dei servizi 0-3 anni, ossia i bambini che stanno per entrare al nido, ma anche i ragazzi preadolescenti del primo livello di scuola superiore ed i tanti professionisti che operano in queste differenti aree. Il loro contributo di pensiero e di azione, ci conferma come il lavoro di équipe, sorretto da ipotesi scientifiche adeguate si riveli un ottimo ingrediente per raggiungere buone soglie di qualità anche sul tema delle politiche rivolte all’intercultura.

Anno 2010

  • Lì dove ci incontriamo - Servizi e famiglie nel dialogo partecipato
    Quaderni del Servizio Politiche familiari 24/2010
    Lavorare nei servizi educativi - significa sempre più rinforzare anche l’interazione con le famiglie dei bambini accolti e, soprattutto, valorizzare ogni modalità di incontro, proponendo fin dalla tenera età spazi e luoghi di condivisione e possibilità di sperimentare maternità e paternità dialogate. Questa pubblicazione, realizzata in collaborazione con il Laboratorio di Documentazione e Formazione di Bologna, presenta la vasta elaborazione prodotta nei servizi educativi sul tema delle complesse competenze riferite alle responsabilità genitoriali, attraverso le testimonianze del personale che vi opera (educatori, ausiliari e coordinatori pedagogici).
  • I Centri Bambini e Genitori - Identità, esperienze e prospettive
    Quaderni del Servizio Politiche familiari 23/2010
    A partire dal seminario dedicato ai Centri per Bambini e Genitori tenutosi nel 2009, il volume costituisce  un’importante tappa nella valutazione dell'efficacia di questi servizi. Sorti allo scopo di ampliare l'offerta educativa oltre quella già proposta dai Nidi di infanzia, i Centri per Bambini e Genitori si sono rivelati ben presto luoghi di incontro all'insegna dell'affiancamento nella cura educativa, di giovani mamme e papà, spesso alle prime esperienze di neo-genitorialità, i quali sostando per alcune ore presso questi servizi, potevano e possono avvalersi della prossimità non invasiva di personale adeguatamente formato per accogliere e accompagnare gli stessi genitori nei primi momenti della costruzione della relazione con i propri figli.
  • Giovani coordinatori crescono - Appunti, note e materiali del corso di formazione regionale, Marzo 2009-Maggio 2010
    Questa pubblicazione intende dare visibilità all’insieme dei materiali diffusi e consultati all’interno dei quattro moduli sui quali si è articolato il corso regionale rivolto ai giovani coordinatori pedagogici: La competenza del coordinatore/trice nei servizi per la prima infanzia, La competenza relazionale e comunicativa del coordinatore/trice nei servizi per la prima infanzia, La progettazione in ambito pedagogico, Analisi della normativa nazionale e regionale di riferimento nel settore 0-6 anni. Tra i materiali risultano più corposi quelli relativi alla legislazione regionale sui servizi per la prima infanzia ed alla progettazione di ambito educativo. Non sono state infine trascurate le indicazioni bibliografi che e le presentazioni dei docenti, che riteniamo possano essere un prezioso compendio al testo.
  • Dialoghi sul limite 2010
    Progetto Dialoghi - in collaborazione con Agenzia Informazione e Ufficio stampa della Giunta
    Il limite è il tema scelto dal PROGETTO DIALOGHI 2010. Il limite può essere percepito, si può avere il senso del limite o della misura, a volte esso può caratterizzarsi come un muro di cinta, una dogana, una striscia a terra che delimita uno spazio, ma raramente siamo in grado di rappresentarlo nella sua ambivalenza: divieto o protezione? Quello che sperimentiamo quotidianamente, infatti, è lo stare sul limite, in bilico tra infinite possibilità, in equilibrio sulla sottilissima e fragile distinzione tra un qui e un altrove, tra ciò che sembra insuperabile e ciò che è necessario violare.
  • I Servizi per l’infanzia in Emilia-Romagna - Contributi per la formazione degli educatori
    Quaderni del Servizio Politiche familiari 22/2010
    Nato all’interno della convenzione tra Regione Emilia-Romagna e Università di Bologna, il volume raccoglie gli interventi tenuti da educatrici, educatori, coordinatrici, coordinatori e funzionari al corso universitario sui modelli organizzativi e gestionali dei servizi per la prima infanzia (e non solo). Differenti generazioni di operatori di Regione, Province e Comuni vi narrano il proprio “pezzo di storia” dentro i servizi dell’Emilia-Romagna, dimostrando, dalla propria prospettiva, come le leggi determinino ricadute operative nei territori e come queste costituiscano materiale prezioso che alimenta la pedagogia e vitalizza lo stesso intervento educativo, concepito appunto come il prodotto di più menti e di più mani, tutte sinergicamente operanti per il benessere del bambino nei luoghi della cura educativa. Questo lavoro si pone lo scopo di consegnare agli studenti un prodotto composito nel quale rintracciare i tempi e i luoghi della storia dei nostri servizi.
  • Il processo penale minorile tra progettualità educativa e valori costituzionali - Esiti e potenzialità di una rivoluzione sistemica della giustizia minorile
    Quaderni del Servizio Politiche familiari 21/2010
    Questo quaderno contiene le relazioni tratte dal convegno di studi tenutosi a Bologna il 28 settembre 2009, presso la Cappella Farnese di Palazzo D’Accursio e rappresenta l’importante frutto di un percorso di riflessione che l’Amministrazione regionale ha intrapreso da tempo con l’Autorità Giudiziaria Minorile e con il Centro per la Giustizia Minorile sui temi della prevenzione della devianza e della presa in carico dei ragazzi in condizione di disagio. Il convegno ha rappresentato, inoltre, un’importante tappa di riflessione a vent’anni dall’introduzione della norma sul processo penale minorile (D.P.R. 448/88 e D.Lgs. 272/89) e a dieci anni dalla sottoscrizione del protocollo tra  Regione e Ministero per l’attuazione degli interventi per i minori imputati di reato.

Anno 2009

  • Sguardi dal bambino per il bambino - La bottega dell’educazione
    Quaderni del Servizio Politiche familiari 20/2009
    Il volume raccoglie gli interventi del quarto seminario regionale dei Coordinamenti Pedagogici Provinciali dell’Emilia-Romagna, tenutosi a Salsomaggiore Terme - Parma nelle giornate del 29, 30 novembre e 1 dicembre 2007. Se le precedenti edizioni hanno visto un approfondimento sulla figura del coordinatore pedagogico, in questa pubblicazione i riflettori sono spostati sul tema dell’infanzia, domandandosi chi sono oggi e quali bisogni esprimono i bambini, destinatari delle azioni quotidiane dei coordinatori.
  • Bambini da proteggere anche in famiglia - Il compito delle istituzioni e dei servizi
    Quaderno n. 19 del Servizio Politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Il volume raccoglie gli interventi tenuti il 21 novembre 2008 in occasione della Giornata Mondiale della Prevenzione dell’abuso all’Infanzia, promossa dal WWSF (Women’s World Summit Foundation) e dal CISMAI Emilia-Romagna, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna
  • Dialoghi sul pregiudizio 2009
    Progetto Dialoghi - in collaborazione con Agenzia Informazione e Ufficio stampa della Giunta
    Il pregiudizio è il tema scelto dal PROGETTO DIALOGHI 2009. Il volume propone un viaggio tra le adolescenze sul tema del pre-giudizio, giudizio che, per definizione, non dipende dalla volontà di chi lo subisce, ma dall’arroganza di chi, con un atto di prevaricazione, lo attua.
  • Le famiglie tra diritti e bisogni - GreDInforma - Dossier informativo n. 1 PROGETTO REGIONALE DOCUMENTAZIONE EDUCATIVA
    Il dossier informativo restituisce l’esito di una ricognizione nei territori provinciali sul tema del rapporto tra servizi educativi e famiglie segnalando azioni, progettazioni, documentazioni e iniziative in corso.

Anno 2008

  • Lavorare per bambini e ragazzi nei servizi sociali territoriali - Un’indagine sugli operatori dell’Emilia-Romagna
    L’indagine sul personale dei servizi socio-territoriali realizzata dall’Osservatorio per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Emilia-Romagna, si è posta l’obiettivo di fornire il quadro più dettagliato possibile dell’esistente sulle diverse professionalità operanti nei servizi per minori, con particolare attenzione ai ruoli effettivamente agiti, a bisogni formativi e offerte di formazione, agli inquadramenti contrattuali e retributivi, alla modalità di selezione, al grado di soddisfazione rispetto ai diversi ambiti caratterizzanti il lavoro. Il presupposto di questa indagine è che capire chi sono gli operatori, come stanno, quali competenze esprimono, quali bisogni evidenziano, risulta imprescindibile da una riflessione sulla condizione di benessere e/o malessere dei bambini e degli adolescenti in carico ai servizi, analizzata nei recenti Rapporti
  • Crescere in Emilia-Romagna - anno 2008
    Secondo rapporto sui servizi e sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza  
    Con la pubblicazione di questo secondo rapporto, l’Osservatorio regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza rinnova il proprio impegno nell’offrire ad amministratori, operatori e pubblico specializzato un’ampia gamma di dati sulla condizione dei bambini e dei ragazzi in Emilia-Romagna, nonché sui servizi e le risorse ad essi dedicati. Il testo è articolato secondo i diversi contesti di crescita delle giovani generazioni.
  • I Centri per Bambini e Genitori in Emilia-Romagna - Analisi organizzativa e riflessioni
    Monografia
    Il volume presenta un quadro ragionato e ricco di informazioni sui servizi educativi di compresenza dell’Emilia-Romagna, caratterizzati da una pluralità di modelli organizzativi e che rappresentano uno tra gli aspetti più innovativi, sotto il profilo sociale e pedagogico, dell’intera esperienza dei servizi educativi 0-3 del nostro Paese. L’Unità di Documentazione “S. Andreoli” del Centro per Famiglie del Comune di Ferrara (GIFT) ha effettuato la ricerca completandola con dodici contributi di pedagogisti, sociologi ed altri esperti, sia di ambito universitario che responsabili di servizi educativi di alcune importanti città italiane.
  • Violenza e salute: il bambino al centro, pensieri ed esperienze di protezione
    Quaderno n. 18 del Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Il volume raccoglie un’antologica delle relazioni proposte all’omonimo seminario, frutto di un progetto congiunto della Regione Emilia-Romagna e del CISMAI, allo scopo di offrire agli operatori dei servizi territoriali un valido strumento di lavoro e di riflessione in merito alle politiche ed alle prassi operative a tutela dei bambini e dei ragazzi vittime di violenze.
  • Strategie per l’accoglienza - L’affidamento omoculturale di bambini e ragazzi in Emilia-Romagna
    Quaderno n. 17 del Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Un approfondimento sui progetti di affidamento omoculturale realizzati in regione, nel quadro del potenziamento, della qualificazione e della diversificazione degli strumenti di accoglienza dei minori, temporaneamente collocati al di fuori del proprio ambito familiare.
  • Percorsi, pensieri e prospettive interculturali - Progetto regionale documentazione educativa
    Quaderno n. 16 del Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Questa monografia raccoglie i progetti legati al tema dell’intercultura, con particolare attenzione a quelli che sostengono e facilitano la messa in opera di processi di coesione sociale, efficacissimi nella prospettiva di una comunità educante che non si fermi al servizio o alla struttura scolastica, ma vada oltre e contamini l’intera società.
  • Dialoghi sulle identità 2008
    Progetto Dialoghi - in collaborazione con Agenzia Informazione e Ufficio stampa della Giunta
    L’identità è il tema scelto dal PROGETTO DIALOGHI 2008. Il volume propone un viaggio nelle adolescenze tra le tante identità, ritratti, autoritratti, vite molteplici e banali che le compongono.

Anno 2007

  • Il monitoraggio e la valutazione delle politiche dell’area infanzia e adolescenza in Emilia-Romagna - Piani e progetti zonali e programmi provinciali di «Accoglienza e tutela»
    Quaderno n. 15 del Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Il rapporto offre una lettura e un’analisi trasversale dei materiali prodotti dalle Zone e dalle Province dell’Emilia-Romagna in merito alla programmazione sociale dell’area infanzia e adolescenza dei loro territori e gli esiti del monitoraggio dei programmi provinciali di accoglienza e tutela. I progetti/interventi monitorati costituiscono una selezione nella rilevazione, privilegiando gli interventi/progetti ritenuti più significativi al fine di opportunamente valorizzare le esperienze promosse nei territori, così come quegli interventi più innovativi e/o in fase di sperimentazione per i quali si ritiene utile una riflessione in termini di valutazione dell’efficienza/efficacia di quanto realizzato.
  • Adozioni internazionali: un nucleo interculturale di affetti, ma non sempre - Storie di “adozioni impossibili” o fortemente problematiche
    Quaderno n. 14 del Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Il tema dei fallimenti adottivi, casi di bambini inseriti in famiglie per i quali si è verificata la revoca del provvedimento o un intervento di allontanamento dalla famiglia, sfugge sovente alle maglie dei sistemi informativi, dal momento che la maggior parte dei fallimenti si determina nelle fasi puberali e dell’adolescenza del bambino. Eppure si tratta di esperienze molto dolorose che chiamano in causa la qualità della valutazione della situazione del bambino e della sua famiglia, l’adeguata preparazione degli operatori dei servizi e dei soggetti accoglienti...
  • In pratica… consapevol-mente - Una convenzione per favorire l’intreccio fra i saperi della ricerca universitaria e quelli dei servizi educativi per la prima infanzia
    Quaderno n. 13 del Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Il Quaderno è un report dei lavori che hanno caratterizzato il percorso dei primi tre anni di collaborazione tra Regione Emilia-Romagna e Università degli Studi di Bologna, Facoltà di Scienze della Formazione - Dipartimento di Scienze dell’educazione. La collaborazione, incentrata nello specifico del corso di laurea triennale per educatori di nido, ha puntato ad un accompagnamento delle studentesse nei tirocini presso i servizi educativi gestiti da soggetti pubblici e privati, oltre che ad orientare la ricerca universitaria in direzione di ambiti tematici di forte interesse pertinenza dei servizi per la prima infanzia.
  • Dal coordinatore al coordinamento - Atti del terzo seminario sui coordinatori pedagogici in Emilia-Romagna
    Quaderno n. 12 del Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Atti del terzo seminario sui coordinatori pedagogici, tenutosi nel 2005 a Castel San Pietro Terme, dopo due edizioni di Reggio Emilia (2001) e Rimini (2003). Il quaderno affronta la complessità odierna delle politiche rivolte ai servizi per la prima infanzia, in una prospettiva multidisciplinare ed aperta al confronto, anche con coordinatori e dirigenti di altri Comuni e di altre Regioni. Protagonisti del volume sono soprattutto i coordinatori e i coordinamenti pedagogici provinciali che trovano l’opportunità di confrontarsi attorno ai temi che più li coinvolgono, dalla programmazione dei servizi alle differenti modalità di gestione, fino alla messa in comune dei diversi modi di valutare e monitorare la qualità della azione educativa che ciascun servizio è in grado di offrire.
  • Le occasioni per la documentazione - Documentazioni educative in Emilia-Romagna tra raccordi e scambi
    Quaderno n. 11 del Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Un secondo quaderno che vuole sostenere la diffusione della documentazione prodotta nei servizi, da cui emerge uno sforzo e un metodo che non può essere lasciato solo alla volontà del singolo educatore, collaboratore o coordinatore che opera sul territorio, ma che si trasforma in una spinta vitale per il lavoro di gruppo. La documentazione diviene quindi al contempo pretesto e veicolo per un lavoro corale che implica negoziazione, concertazione, condivisione, revisione dei propri personali approcci, consegnando un prodotto certamente più ricco di prospettive multiculturali.
  • Direttiva in materia di affidamento familiare e accoglienza in comunità di bambini e ragazzi  - Testo con tavole sinottiche e indice analitico
    Monografia
    La nuova direttiva in materia di affidamento familiare ed accoglienza in comunità compie un passo decisivo nella qualificazione delle politiche in materia di infanzia ed adolescenza e delinea un rinnovato e qualificato ventaglio di opportunità per i bambini ed i ragazzi che necessitano di una temporanea accoglienza al di fuori della loro famiglia. L’inevitabile complessità della sua articolazione ha reso opportuna questa pubblicazione di pratica fruibilità, che intende facilitarne la lettura. Il testo è corredato di una numerazione per periodi che ne agevola la consultazione ed è dotato di un indice per argomenti, con schemi e diagrammi di flusso che ne esemplificano i contenuti.
  • Scegliere la libertà: affrontare la violenza - Indagini ed esperienze dei Centri antiviolenza in Emilia-Romagna Monografia
    Il volume presenta i risultati della terza indagine diretta a raccogliere i dati relativi alle donne accolte dai Centri antiviolenza della regione Emilia-Romagna; hanno collaborato alla sua realizzazione ricercatrici e operatrici d’accoglienza che si sono confrontate attraverso una metodologia di ricerca partecipata. Nell’elaborazione dei risultati, attenzione particolare è stata posta alla comparazione dei dati del 2005 con quelli emersi dalle indagini precedenti e nella realizzazione di approfondimenti sul tema delle violenze nelle relazioni di intimità, del partner ed ex partner, e delle differenze tra donne italiane e donne straniere accolte.
  • Scambi interprovinciali. Perdersi un po’ per ritrovarsi - Esperienze rivolte agli adolescenti in Emilia-Romagna DVD
    Il DVD mostra i materiali prodotti in un anno e mezzo di lavoro realizzato attraverso scambi interprovinciali su progetti rivolti ad adolescenti, con approfondimenti in merito alle forme di partecipazione nei centri aggregativi e educativi, sugli sportelli psicopedagogici e sulle esperienze di accoglienza e dialogo interculturale realizzate nelle scuole. Vengono presentati anche i principali risultati raggiunti dal progetto e delineate alcune possibili linee di sviluppo futuro.
  • Il parco che vorrei - Esperienze di progettazione partecipata nei comuni di Albinea, Cadelbosco Sopra e Quattro Castella
    I quaderni di Camina 9 - in collaborazione con Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    L’esperienza dei Comuni di Albinea, Cadelbosco Sopra e Quattro Castella fornisce testimonianza concreta di come - anche nelle piccole comunità locali - sia possibile dar vita a progetti di qualità,  muovendo dalla collaborazione fra le istituzioni locali e scolastiche e facendo perno sul Coordinamento pedagogico sovracomunale. Il parco che vorrei nasce dunque dal coinvolgimento fin dalle fasi di ideazione e progettazione, dei futuri fruitori - in primo luogo i bambini e le bambine - e diviene nei fatti un laboratorio civico, un luogo di esplorazione, ricerca e conoscenza capace di arricchire una comunità sul piano relazionale prima ancora che materiale.
  • Dialoghi sulle generazioni 2007 - Generazioni di memorie
    Progetto Dialoghi - in collaborazione con Agenzia Informazione e Ufficio stampa della Giunta
    Generazioni, tema di riferimento del progetto DIALOGHI 2007, è una parola che acquista senso solo a patto di percorrerla. Da una prima lettura, si anima in una molteplicità di direzioni, tutte accomunate dal senso di azione, di esperienza viva e dinamica. Implica il concetto del generare, inevitabilmente proiettato al futuro; implica, in senso opposto, un viaggio a ritroso, la ricerca di una radice, di un’origine, di una provenienza. Implica il fronteggiarsi, fino all’incomunicabilità, di padri e figli, di vecchi e giovani; al tempo stesso indica un itinerario percorribile, la tensione alla conoscenza e alla trasmissione di eredità - culturali, storiche, personali. Da questo terreno instabile ha preso le mosse il percorso di questo volume.

Anno 2006

  • Il monitoraggio e la valutazione degli interventi della legge n. 285/97 in Emilia-Romagna - Rapporto conclusivo del secondo triennio
    Quaderno n. 10 del Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Con questa pubblicazione si “chiude” l’esperienza regionale di attuazione della legge 285/97, come progetto finalizzato autonomo, inserendosi, d’ora in poi, nella programmazione dei Piani di zona che prevedono una sezione relativa al Programma territoriale di intervento per l’infanzia e l’adolescenza. Anche da questo rapporto emerge in modo chiaro come questa esperienza abbia rivoluzionato l’approccio alla progettualità per l’infanzia e l’adolescenza e introdotto elementi di impostazione metodologica importanti, quali la programmazione concertata con i diversi soggetti coinvolti, una forte attenzione alle politiche di promozione e di tutela dei diritti e il consolidamento di buone prassi di lavoro integrato.
  • La mediazione familiare - Un aiuto alle coppie che si separano e che vogliono continuare ad essere buoni genitori
    Monografia
    La separazione coniugale comporta per genitori e figli disagio, disorientamento, difficoltà e sofferenza personale, perché vissuta come falli­mento del proprio progetto di vita e in alcuni casi, esito di un conflitto di coppia esacerbato e segnato da comportamenti aggressivi tesi al conseguimento della vittoria sull’altro. è essenziale quindi formare e diffondere una diversa cultura dell’evento sepa­rativo, una cultura che dia sbocchi costruttivi al conflitto coniugale e che veda coinvolti in ciò non solo il nucleo familiare, ma anche i magistrati, gli avvocati, gli operatori dei servizi e tutti coloro che, a vario titolo, intervengono nella separazione coniugale.
  • I diritti che vogliamo! - Un piccolo vademecum per costruire città amiche dell’infanzia e dell’adolescenza Monografia
    Attraverso nuove metodologie di lavoro, integrazione delle politiche e versatili proposte operative - questo breve vademecum vuole rappresentare un buon viatico per proseguire il cammino verso una piena attuazione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nell’azione quotidiana delle istituzioni pubbliche e di tutti i soggetti della comunità.
  • La mappa dei diritti dei bambini e degli adolescenti nelle politiche della Regione Emilia-Romagna Monografia
    Questa ‘mappa’, realizzata dal gruppo tecnico interassessorile regionale su infanzia e adolescenza, ha lo scopo di documentare, attraverso uno sforzo di sintesi, le azioni promosse dalle diverse Direzioni generali della Regione Emilia- Romagna a favore dell’infanzia e dell’adolescenza. Azioni sostenute e talvolta orientate da un quadro legislativo sovranazionale, europeo e nazionale assai ricco e articolato, attento alla tutela ed alla promozione dei diritti dei bambini e dei ragazzi. In particolare, il diritto alla partecipazione dei cittadini in età evolutiva viene assunto come parametro per affrontare il grande tema della qualità della vita per tutti, a partire dalle categorie sociali più deboli.
  • La gestione dialogica del conflitto - Analisi di una sperimentazione con bambini e preadolescenti
    I Quaderni di Camina 8 - in collaborazione con Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Questo quaderno completa la documentazione della ricerca “Gestione dei conflitti, forme del dialogo e socializzazione normativa” occupandosi di temi complessi e sfuggenti quali il dialogo, i conflitti, la socializzazione tra bambini e preadolescenti.
  • Dialoghi sull’oblio 2006
    Dialoghi sull’oblio 2006 è la quarta pubblicazione che documenta l’esperienza di Dialoghi, dopo Progetto Dialoghi monografia con DVD - in collaborazione con Agenzia Informazione e Ufficio stampa della Giunta
    Nel 2006 l’incontro dei ragazzi delle scuole superiori con i ragazzi ospiti dell’Istituto penale minorile di Bologna è stato occasione per una consonanza di vissuti, anche attraverso uno scambio di ‘cartoline’ inviate dagli studenti ai giovani attori del Pratello e ai personaggi da loro interpretati. Completa il volume “Cartoline di ieri inviate al regio riformatorio di via del Pratello”, nove ‘carteggi impossibili’ realizzati dai ragazzi e basati sulla letture delle vecchie cartoline d’archivio, che testimoniano le comunicazioni tra ragazzi e famiglie. Libro con DVD.

Anno 2005

  • Tutela e accoglienza dei bambini e dei ragazzi in Emilia-Romagna
    Quaderno del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza, n. 9
    Il volume presenta i rapporti di monitoraggio sullo stato di avanzamento delle iniziative in merito alla lotta alle violenze in danno di bambini e ragazzi e alla promozione dell’adozione, attuate nel territorio emiliano-romagnolo grazie all’apporto di Province, Comuni, Aziende USL e di altre Amministrazioni, delle Associazioni e degli Enti operanti nell’ambito della promozione e tutela dei diritti dei bambini e dei ragazzi. Vi si trovano anche gli interventi del seminario “Per tornare a casa”, momento di riflessione per le politiche regionali in materia di affidamento familiare e in comunità.
  • Documentare per documentare - Esperienze di documentazione nei servizi educativi dell’Emilia-Romagna Monografia (sostituisce il Quaderno del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza, n. 7)
    Promuovere la cultura dell’infanzia significa anche partire dalle elaborazioni ricche e complesse di molti Comuni e dei soggetti gestori privati che hanno fatto della documentazione educativa un ambito privilegiato nel quale dare ragione e visibilità dei progetti pedagogici. Molti sono i percorsi che hanno reso visibile, attraverso la documentazione, le innumerevoli esperienze di bambini, genitori, educatori e coordinatori pedagogici, esperienze conosciute dentro e fuori il perimetro della nostra regione. Il progetto di documentazione regionale è stato realizzato in collaborazione con il Laboratorio Documentazione Formazione del Comune di Bologna. L’obiettivo è quello di sostenere e perfezionare questi percorsi, nella convinzione che, per promuovere una cultura efficace dell’infanzia, occorre disporre di buone teorie e pratiche della documentazione.
  • Di cultura in culture - Esperienze e percorsi interculturali nei nidi d’infanzia in Emilia-Romagna
    Monografia
    Il testo nasce dal desiderio e dalla necessità di coniugare tra loro consapevolezza teorica, esperienze e riflessioni sviluppate attraverso percorsi di formazione e di tutoraggio alla progettazione e alla pratica interculturale nei servizi educativi per la prima infanzia (0-3 anni), pubblici ma anche privati, della Regione Emilia-Romagna. Perseguendo il delicato obiettivo di tradurre le linee guida di una disciplina, quale la pedagogia interculturale, nelle attività concrete, di routines e della quotidianità, come di specifici percorsi progettuali da svolgersi con i bambini e con le loro famiglie, il volume intende dar vita alla diffusione e allo scambio di esperienze e consapevolezze, sì da sostenere la ricerca di modalità educative adeguate alle trasformazioni multiculturali dei nostri attuali contesti di vita.
  • Crescere in Emilia-Romagna - Primo rapporto sui servizi e sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza
    Monografia
    Il rapporto, promosso dall’Osservatorio regionale infanzia e adolescenza e frutto principalmente di un lavoro congiunto fra differenti professionalità appartenenti a diversi settori, offre spunti di riflessione e apre interrogativi sulla condizione dei bambini e degli adolescenti in Emilia-Romagna e sui servizi ad essi dedicati, con approfondimenti su interventi, progetti, evoluzioni legislative, specificità territoriali. Il testo è suddiviso in sei sezioni: I bambini, i ragazzi e le famiglie; L’educazione, l’istruzione e la formazione; Le difficoltà del crescere; La tutela: tra reti di protezione e iniziative coordinate di promozione; La nascita, l’infanzia e l’adolescenza: quali nuovi bisogni sociali e sanitari?; Le opportunità per i bambini e i ragazzi. Ogni ambito è integrato da tavole e grafici con indicatori elaborati sulla base di statistiche correnti e di indagini periodiche.
  • Costruire la diversità e il dialogo con bambini e preadolescenti
    I quaderni di Camina 7 ­- in collaborazione con Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    La ricerca presentata in questo volume sviluppa, a partire dalla constatazione di una diffusa percezione di problematicità della differenza e dalla presa d’atto della necessità, che questa percezione alimenta, di interventi di educazione alla reciprocità, nella particolare prospettiva della validazione di possibili percorsi di “socializzazione normativa”.
  • Dialoghi sullo scandalo 2005
    Progetto Dialoghi - in collaborazione con Agenzia informazione e Ufficio stampa della Giunta
    Dialoghi sullo scandalo 2005 è la terza pubblicazione che documenta l’esperienza di Dialoghi, dopo Vedute da Porto Dialoghi 2003 e Dialoghi sullo straniero 2004. Anche nel 2005 l’incontro dei ragazzi delle scuole superiori con i ragazzi ospiti dell’Istituto penale minorile “P. Siciliani” è stato vissuto con emozioni profonde e con l’opportunità reciproca di interrogarsi su “chi è diverso da chi’’.

Anno 2004

  • Identità in dialogo. Scambi pedagogici regionali
    Quaderno del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza n. 8
    L’esperienza regionale degli scambi pedagogici raccontata nella sua dimensione numerica, attraverso le considerazioni e le strategie dei comuni capofila e con le riflessioni scaturite nei Servizi ambito degli scambi (Servizi integrativi, Nidi d’infanzia, Scuole dell’infanzia).
  • Il coordinatore pedagogico nei servizi per la prima infanzia dell’Emilia-Romagna
    Quaderno del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza n. 6
    Gli atti del secondo seminario regionale dei coordinatori pedagogici tenutosi a Rimini. Un’occasione per approfondire ruolo e funzione del coordinatore pedagogico, attraverso sollecitazioni ed esperienze raccontate da coordinatori, amministratori ed Università.
  • Autovalutazione come risorsa - Ricerca-sperimentazione sulla qualità educativa dei nidi della provincia di Forlì-Cesena
    Monografia
    Il volume documenta un percorso di ricerca-azione che ha coinvolto tutti i nidi comunali e alcuni nidi convenzionati della Provincia di Forlì-Cesena. Vi si indaga un’idea complessa di qualità con i suoi tanti criteri di lettura a partire da un concetto di valutazione come promozione della crescita dei servizi e nei servizi.
  • La città senza incidenti - Strategie, metodi e tecniche per progettare mobilità sicura
    I quaderni di Camina 6 ­- in collaborazione con Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Frutto del lavoro a più mani di diversi settori della Regione Emilia-Romagna e di altri Enti locali, il volume nasce conl’obiettivo di dare ad amministratori, progettisti e tecnici degli Enti locali, associazionismo e privato sociale una serie di strumenti che possano favorire l’incontro tra efficaci sistemi di mobilità e le più complessive esigenze della comunità.
  • Future città, nuovi cittadini - Le competenze di bambini e adolescenti al servizio dell’innovazione per il governo delle città
    I quaderni di Camina 5 ­- in collaborazione con Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Il volume presenta documenti e contributi che affrontano, a partire dall’infanzia e dell’adolescenza, i temi della trasformazione del territorio, della sostenibilità e della città come luogo di partecipazione. Tra questi, i documenti regionali Il cambiamento della città e la trasformazione del territorio, Comunità educanti, La partecipazione dei bambini e degli adolescenti.
  • Dodici colori per dodici comuni - Ricerca per la realizzazione di città amiche dell’infanzia e dell’adolescenza
    I quaderni di Camina 4 ­- in collaborazione con Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Più di trecentocinquanta studenti di scuole medie inferiori di dodici Comuni sono stati coinvolti nella progettazione partecipata delle loro città in un progetto/ricerca promosso dalla Regione Emilia-Romagna, C.Am.In.A e della Facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara.
  • Dialoghi sullo straniero
    Progetto dialoghi 2003/2004 - Progetto Dialoghi - in collaborazione con Servizio Informazione e Ufficio stampa della Giunta
    Il progetto Dialoghi nasce dall’esigenza di costruire delle occasioni di comunicazione in cui sia protagonista l’adolescenza, coinvolgendo direttamente gli studenti degli Istituti superiori e i giovani impegnati in percorsi di risocializzazione o integrazione attivati dai servizi sociali in ambito penale e in situazioni di disagio. Le pubblicazioni documentano i laboratori, le esperienze teatrali, le emozioni e le sensazioni del secondo anno del progetto.

Anno 2003

  • Rapporto di monitoraggio e valutazione degli interventi della legge 285/97 - anno 2002/2003
    Quaderno del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza n. 5
    Il volume è frutto di un lavoro corale di operatori, ricercatori e funzionari regionali e provinciali sul monitoraggio e valutazione degli interventi del secondo programma regionale di attuazione della legge 285/97 “Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunità per l’infanzia e l’adolescenza”.
  • Il coordinatore pedagogico per l’infanzia nei servizi pubblici e privati dell’Emilia-Romagna
    Quaderno del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza n. 4
    Atti del primo seminario regionale tenutosi a Reggio Emilia il 20 e 21 novembre 2001. In appendice “Risultati dell’indagine su coordinamenti e coordinatori pedagogici in Emilia-Romagna. Anno scolastico 2000-2001.
  • Fare adozione - Materiali e testimonianze per l’innovazione
    Quaderno del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza n. 3
    Il quaderno, che documenta il percorso formativo regionale tenutosi nel 2002, si articola in 6 parti: le richieste, i vincoli e le opportunità offerte dalla nuova  legge sull’adozione internazionale, le nuove tipologie di famiglia nel contesto italiano, quali bambini da quali realtà, i modelli educativi e la cultura dell’accudimento nelle diverse realtà, la preparazione delle coppie, il post adozione.
  • Famiglie, imprese e città
    Quaderno del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza n. 2 con CDROM
    Atti del convegno regionale sull’applicazione della legge 53 del 2000, attraverso i nuovi scenari di conciliazione tra tempi di cura e di lavoro. In allegato CDROM di Appendice legislativa.
  • Istituzioni e violenza - Documenti sulla lotta contro la violenza alle donne
    Quaderno del Servizio politiche familiari, infanzia, adolescenza n. 1
    Il volume presenta, in forma compiuta e sistematica, la vasta produzione legislativa internazionale, europea, nazionale e regionale in materia di azioni volte a contrastare la violenza alle donne.
  • Mi prendo e mi porto via - Le donne che hanno chiesto aiuto ai centri antiviolenza in Emilia-Romagna
    Monografia
    I risultati della ricerca, svolta sul territorio regionale, testimoniano la requenza delle violenze, le caratteristiche delle donne che le subiscono e degli uomini che le infliggono, le strategie suggerite per un nuovo rapporto tra i generi.
  • Adulti in relazione nei contesti educativi
    Monografia - in collaborazione con Servizio Informazione e Ufficio stampa della Giunta
    Esperienza formativa sistemica e pluriennale del Comune di Ferrara per educatori dei nidi d’infanzia e dei servizi integrativi e per insegnanti di scuole dell’infanzia. La formazione riguarda la relazione tra adulti, educatori, insegnanti e genitori ed evidenzia i differenti ruoli dell’educare.
  • Prospettive di qualità - Autovalutazione e costruzione del progetto educativo
    Monografia
    Atti del convegno regionale sui Nidi d’infanzia “Prospettive di qualità. Autovalutazione e costruzione del progetto educativo”, svoltosi a Forlì nei giorni 29-30 novembre 2002. Tra i temi trattati: la valutazione della qualità educativa dei servizi, le condizioni del progetto educativo, il ruolo dell’autovalutazione...
  • Bambini, imparate a fare le cose difficili - Alunni disabili e integrazione scolastica di qualità
    Monografia
    Quali sono i metodi e gli strumenti da utilizzare per rilevare una realtà complessa come l’integrazione delle persone disabili nelle strutture educative e scolastiche? Il volume cerca di rispondere a questa e altre domande attraverso i dati raccolti da più ricerche condotte dalla rete dei Centri di documentazione della regione Emilia-Romagna.
  • La democrazia s’impara - Consigli dei ragazzi e altre forme di partecipazione
    I quaderni di Camina 3 ­- in collaborazione con Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Un libro dedicato ai consigli dei ragazzi e alle altre forme di partecipazione di bambini e adolescenti presenti sul territorio della Regione Emilia-Romagna. Il tema dei loro diritti, il significato di democrazia, le metodologie di partecipazione ed i progetti realizzati.
  • Esperienze di progettazione partecipata negli USA
    I quaderni di Camina 2 ­- in collaborazione con Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Appunti di un viaggio di studio in North Carolina e nella Bay Area fanno emergere esperienze complesse, ricerche ed elaborazioni teoriche che hanno prodotto un patrimonio di realizzazioni urbanistiche di partecipazione a vari livelli, uno sviluppo di metodologie e riflessioni e una crescita professionale di grande rilievo.
  • Vedute da porto dialoghi 2003
    Progetto Dialoghi - in collaborazione con Servizio Informazione e Ufficio stampa della Giunta
    Il progetto Dialoghi nasce dall’esigenza di costruire delle occasioni di comunicazione in cui sia protagonista l’adolescenza, coinvolgendo direttamente gli studenti degli Istituti superiori e i giovani impegnati in percorsi di risocializzazione o integrazione attivati dai servizi sociali in ambito penale e in situazioni di disagio. Le pubblicazioni documentano i laboratori, le esperienze teatrali, le emozioni e le sensazioni del secondo anno del progetto.

Anno 2002

  • La fiducia tradita - Storie dette e raccontate di partner violenti
    Monografia
    L’indagine si muove nell’ambito degli attori della violenza contro le donne, in particolare la violenza di coppia, un problema sociale poco esplorato. L’indagine riguarda 70 interviste a testimoni significativi e 23 contatti telefonici con donne vittime e uomini che agiscono violenza.
  • Il progetto pedagogico del nido e la sua valutazione
    Monografia
    La qualificazione del sistema dei servizi per la prima infanzia passa attraverso la delineazione di un progetto educativo del servizio, l’avvio di procedure valutative e il coinvolgimento dei diversi attori: coordinatori pedagogici, educatori, genitori…
  • Ricomincio da tre - Un confronto delle esperienze sulla legge 285/1997 in Emilia-Romagna
    Monografia
    I materiali raccolti nella pubblicazione sono rappresentativi di alcune delle più significative esperienze realizzate in Regione nell’ambito del primo triennio di applicazione della legge 285/97 “Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunità per l’infanzia e l’adolescenza”.
  • La casa sul filo - Suggerimenti per un percorso di educazione antiviolenta
    CDROM
    Il CDROM ruota attorno a 33 parole chiave introdotte da una narrazione filmata. Ad ogni parola chiave sono poi connesse alcune utilities: un’antologia di citazioni di autrici e autori vari, alcune proposte didattiche differenziate per ordine e grado scolastici, una filmografia, una bibliografia tematica, una serie di documenti legislativi, un indirizzario...
  • Bambini e bambine si fanno strada - Percorsi sicuri casa-scuola e altri percorsi di autonomia
    I quaderni di Camina 1 ­- in collaborazione con Servizio politiche familiari, infanzia e adolescenza
    Questo quaderno si occupa di infanzia e città e, in particolare, della realizzazione di percorsi sicuri che consentano a ragazze e ragazzi una maggiore libertà di movimento in città, a piedi o in bicicletta, e ai genitori di permettere più autonomia ai figli.
< archiviato sotto: >
Azioni sul documento
Pubblicato il 25/07/2013 — ultima modifica 11/05/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it