sabato 21.04.2018
caricamento meteo
Sections

Infanzia e adolescenza

Materiali della giornata di presentazione delle linee di indirizzo

28 maggio 2013 - L'adolescenza al centro di un convegno della Regione con il viceministro Maria Cecilia Guerra

Le linee guida del Progetto AdolescenzaLinee guida per il «Progetto adolescenza», un progetto della Regione Emilia-Romagna che mira al benessere degli adolescenti e alla prevenzione dei rischi nell'adolescenza.

Le linee guida sono state presentate nel corso di un convegno (28 maggio 2013) al quale ha preso parte Maria Cecilia Guerra, viceministro con delega alle Politiche Sociali; il convegno è stato concluso da Teresa Marzocchi, assessore regionale alle politiche sociali.

  • Il video della sessione del convegno con gli interventi del viceministro Maria Cecilia Guerra e dell'assessore Teresa Marzocchi
    «Come le politiche possano garantire ed essere promotrici e produttrici di benessere, soprattutto in una fase di vita complessa e mutevole come quella adolescenziale? Le linee di indirizzo tentano di rispondere a questo quesito e di delineare un percorso che possa facilitare “pensiero e azione” per una buona relazione con gli adolescenti», hanno scritto gli assessori Marzocchi e Carlo Lusenti (Sanità), nell'introduzione alle linee di indirizzo regionali approvate dalla giunta dell'Emilia-Romagna.
  • Presentazione linee di indirizzo
    Sempre dall'introduzione: «Il mandato di perseguire il benessere e il pieno sviluppo di bambini, adolescenti e giovani è assunto pienamente dalla legge 14/08 “Norme per le giovani generazioni” che lo individua come obiettivo cardine della legge stessa nel suo primo articolo e lo pone come condizione necessaria per lo sviluppo sociale, culturale ed economico dell’intera società regionale. Si tratta di un passaggio molto importante che prevede tra l’altro che le giovani generazioni siano soggetti di diritti e risorsa fondamentale della comunità regionale e declina l’importanza dell’armonia tra le politiche in un’ottica di continuità e coerenza per assicurare risposte adeguate. Sulla base di questa impostazione normativa si è sviluppato questo documento che ambisce a riconoscere piena cittadinanza all’età dell’adolescenza e soprattutto agli adolescenti, alle loro famiglie, agli educatori, agli insegnanti, agli operatori dei servizi, agli allenatori sportivi, alle loro comunità di appartenenza ed a quanti si relazionano con loro. La Regione ha il compito di farsi garante di condizioni che assicurino ad ogni adolescente che vive in Emilia-Romagna il riconoscimento dei propri diritti».
< archiviato sotto: >
Azioni sul documento
Pubblicato il 30/07/2013 — ultima modifica 22/11/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it