lunedì 23.10.2017
caricamento meteo
Sections

Nuovi servizi di welfare: Patrizio Roversi racconta Community Lab

Viaggio nei territori alla ricerca di nuove esperienze nel lavoro di comunità: una serie di video racconta alcune tra le principali esperienze in Emilia-Romagna. Voce narrante Patrizio Roversi

Arrivano online otto brevi documentari promossi dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con l’ANCI Emilia-Romagna che illustrano le esperienze di sviluppo di nuovi servizi di welfare che prevedono una forte partecipazione della comunità che si confronta con gli operatori dei servizi, attraverso l’attivazione di Laboratori di partecipazione organizzati in condomini solidali, orti comunitari, servizi domiciliari.

Si parla di precarietà lavorativa, frammentazioni familiari, vulnerabilità psicofisiche in alcuni momenti importanti della vita come la genitorialità e la vecchiaia, al centro di una serie di esperienze sperimentali, realizzate tra il 2013 e il 2014, in oltre 20 territori della Regione Emilia-Romagna con il metodo Community Lab (un metodo di formazione per sperimentare forme di partecipazione attiva dei cittadini).

A documentare il lavoro svolto da operatori, cittadini, volontari per prendere in carico come comunità i problemi che li riguardano e insieme individuare strategie per affrontarli, una serie di video girati tra Forlì e Cesena, Ravenna e Comacchio, Piacenza e Cervia, la cui voce narrante è quella dell’attore Patrizio Roversi, guidato dalla regia di Giuseppe Ghinami.

"Il welfare che nasce dal basso, dalle reti di cittadini e cittadine che si mettono insieme e cercano di dare risposte e di includere chi si trova in condizioni di fragilità è un elemento fondamentale del sistema regionale di protezione sociale. Ogni giorno- sottolinea la vicepresidente della Regione Emilia-Romagna e assessore al welfare, Elisabetta Gualmini, commentando i video- ci rendiamo conto di quante esperienze di aiuto solidale e di reciprocità vengono messe in piedi, nei quartieri, nei piccoli Comuni, all'interno delle associazioni del Terzo settore. Come istituzione regionale- prosegue la vicepresidente- dobbiamo assecondare queste iniziative e nello stesso tempo non retrocedere di un millimetro nell'offerta di servizi efficaci e continuativi di tutela e di protezione di tutte quelle categorie di persone che da sole non ce la fanno”.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/12/2016 — ultima modifica 09/01/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it