martedì 19.06.2018
caricamento meteo
Sections

Bologna, un giardino in memoria delle vittime dell'immigrazione

Un ampio spazio verde, con giochi per i bambini, in ricordo della tragedia di cinque anni fa al largo di Lampedusa, quando 368 furono le vittime di un naufragio

Si chiama Giardino “3 ottobre 2013, giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione” ed è incastonato tra le vie di Corticella e Papini, nel quartiere Navile di Bologna. E’ un ampio spazio verde con giochi per bambini.

E’ stato inaugurato nei giorni scorsi, di fronte ad autorità civile e religiose e a numerosi cittadini. Prima che la targa venisse scoperta uno spettacolo di Cantieri Meticci ha riportato a quel 3 ottobre di cinque anni fa, quando al largo di Lampedusa ci fu una delle peggiori tragedie dell’immigrazione in Italia e 368 vittime morirono in un naufragio.

Dal 2016, il 3 ottobre è per legge la “Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione” per conservare e rinnovare la memoria di quanti hanno perso la vita nel  tentativo di emigrare verso il nostro Paese per sfuggire alle guerre, alle persecuzioni e alla povertà.

L’iniziativa rientrava nel programma per celebrare il decennale della biblioteca interculturale Casa di Khaoula di via di Corticella che dal 2008 è un centro dedicato in particolare all’infanzia, alle culture e alle esigenze delle comunità immigrate.

“E’ una bella occasione di incontro anche se stiamo ricordando un episodio tragico – ha detto il sindaco Merola – il ricordo deve essere impegno civico nel presente. Bologna è un cantiere meticcio, è una città che vive dell’incontro con gli altri”.

Siid Negash dell’associazione Next Generation, tra gli organizzatori di questa inaugurazione, ha detto che le città come Bologna “possono rappresentare la partenza” di un modo diverso di affrontare le tematiche che derivano dalle migrazioni.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 16/04/2018 — ultima modifica 16/04/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it