venerdì 18.08.2017
caricamento meteo
Sections

Campi nomadi, dalla Regione un milione di euro per riqualificare

4 luglio 2012 - Interventi in 57 aree su illuminazione, servizi igienici, docce. 1.782 i cittadini Sinti e Rom che vivono nei campi. Pubblicata la delibera sul BUR

Un milione di euro per riqualificare 57 aree in cui vivono cittadini Sinti e Rom. Li ha stanziati la Regione per migliorare i campi nomadi dell’Emilia-Romagna. Anche se meno gravi rispetto al passato, esistono infatti carenze testimoniate dai dati in possesso della Regione. I problemi maggiori, come sottolinea la delibera approvata dalla Giunta (18 giugno 2012, n.808), riguardano l’illuminazione pubblica (prevista nell'80,8% dei campi), la disponibilità di strutture per i servizi igienici (previste nell'88,5% ), le docce (previste nell'80,8%).

Sono 1.782 in tutto le persone che vivono nei campi, concentrate soprattutto in provincia di Bologna (500), Modena (446), Reggio Emilia (428). Persistono secondo la Regione condizioni di vita difficili nei campi, spesso sovraffollati, privi di servizi essenziali e delle condizioni minime di sicurezza.

I fondi sono ripartiti nelle singole province in base alla rilevazione della popolazione di fine 2009: Bologna 305.200 euro; Modena 272.500 euro; Reggio Emilia 261.600euro; Piacenza 98.100 euro; Ravenna 45.780 euro; Rimini 41.420 euro; Ferrara 37.060 euro; Parma 28.340 euro.

Le domande di ammissione a contributo devono essere compilate secondo il fac simile in allegato  e accompagnate dalla documentazione tecnico-amministrativa richiesta. La delibera è stata pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione - Bur n. 113 del 04.07.2012

La delibera di Giunta regionale 18 giugno 2012, n. 808

Fac-simile di domanda


< archiviato sotto: , , >
Azioni sul documento
Pubblicato il 29/06/2012 — ultima modifica 08/05/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it