Bologna, contributi per l’affitto: priorità a famiglie con minori e under 35

Da novembre le domande per accedere ai finanziamenti per chi ha un reddito ISEE compreso tra 6.000 e 17.154 euro. Tutte le informazioni utili

Un milione e cinquecento mila euro per sostenere il pagamento dell’affitto con un’attenzione particolare a chi ha meno di 35 anni e alle famiglie con minori. Il contributo, per il 2019, è stato approvato dalla Giunta di Bologna e sarà pari ad un massimo di tre mensilità del canone di locazione, per un importo comunque non superiore a 2.000 euro per nucleo familiare.

L'assegnazione del contributo avverrà scorrendo la graduatoria fino ad esaurimento dei fondi disponibili, messi interamente a disposizione dal Comune di Bologna.

Potranno fare domanda di accesso al contributo tutti i cittadini residenti nel Comune di Bologna e titolari di un contratto di locazione per un immobile ad uso abitativo, che abbiano un reddito ISEE compreso tra 6.000 e 17.154 euro.

Quest’anno il bando presenta alcune novità: la graduatoria sarà determinata dalla combinazione di tre fattori perché, oltre all’incidenza del canone di locazione rispetto all’ISEE, verranno attribuiti punti di premialità ai giovani under 35 che si sono resi autonomi dal punto di vista abitativo e alle famiglie con minori a carico.

Le domande potranno essere presentate esclusivamente online con credenziali FedERA ad alta affidabilità o SPID da martedì 5 novembre a mercoledì 18 dicembre, accedendo alla pagina: https://servizi.comune.bologna.it/bologna/contributoaffitto2019.

Il Comune, per facilitare la compilazione e l’invio delle domande, mette a disposizione un sistema telematico in buona parte precompilato, in cui gli utenti vedranno già pre -caricate tutte le informazioni anagrafiche e reddituali utili alla domanda.

Nel periodo di apertura del bando, quindi dal 5 novembre al 18 dicembre, sarà possibile chiedere informazioni e assistenza telefonando al numero 051-2195500 o scrivendo una mail all’indirizzo contributoaffitto@comune.bologna.it.

Per accedere al bando i cittadini devono essere in possesso di una valida attestazione ISEE e di credenziali FedERA ad alta affidabilità (se richieste prima del 24 luglio 2019) o SPID.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/16 13:56:15 GMT+1 ultima modifica 2019-10-16T13:56:15+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina