Bologna, alloggi pubblici all’ex clinica Beretta ristrutturata

Dalla Fondazione Carisbo 3 milioni di euro per ristrutturare lo storico edificio e ospitare edilizia residenziale sociale

L’ex clinica odontoiatrica A. Beretta, acquisita a fine 2018 dal Comune di Bologna attraverso una permuta con l’Asl di Bologna, verrà ristrutturata grazie a un finanziamento di 3 milioni di euro della Fondazione Carisbo per ospitare alloggi pubblici di edilizia residenziale sociale

Il sindaco Virginio Merola e il presidente della Fondazione Carisbo Carlo Monti hanno firmato il protocollo d’intesa che fissa gli impegni a carico di Comune e Fondazione, configurando l’iniziativa come una collaborazione istituzionale pubblico-privata dalla grande valenza strategica.

Comune di Bologna e Fondazione Carisbo hanno sottolineato come l’housing sociale possa generare un nuovo welfare abitativo, grazie ad alloggi che muovono relazioni tra gli inquilini, costruendo un’autentica comunità in termini di vicinato.

La ristrutturazione dell’ex clinica con l’obiettivo di costruire edilizia residenziale sociale è contenuta nell’accordo da 61 milioni di euro “Mille case per Bologna” firmato da Comune e Acer lo scorso 28 marzo. Per questo motivo la progettazione definitiva e l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione saranno eseguiti dalla stessa Acer. 

Il protocollo istituisce anche una Commissione di monitoraggio mista e paritetica composta da sei componenti – esperti del Comune e della Fondazione Carisbo – che seguirà l’avanzamento del progetto e la sua realizzazione.

L’ex clinica A. Beretta fu costruita nel 1930 ed è circondata da un ampio giardino. Il progetto è stato redatto dall’ingegnere Giulio Muzii su incarico del proprietario Alfredo Antinocoli. La sua destinazione fu quella di clinica privata. Fino al 2007 è stata la clinica odontoiatrica dell’Asl di Bologna.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/07/09 14:35:00 GMT+1 ultima modifica 2019-07-09T14:39:45+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina