Una bella notizia!

Dall'8 giugno in Emilia-Romagna potranno ripartire i centri estivi in sicurezza per bambini e bambine, ragazze e ragazzi dai 3 anni in su.

Un passo importante per molte ragioni, a partire dalle preoccupazioni per le conseguenze della sospensione dei percorsi educativi e di socialità su di loro, ma considerando anche le grandi difficoltà delle famiglie e soprattutto delle donne nella già difficile conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, su cui non possiamo accettare passi indietro ed anzi vanno fatti ancor più sforzi.
Ci abbiamo lavorato moltissimo in queste settimane, coinvolgendo insieme all'assessora Salomoni tra le migliori esperienze e competenze del territorio, dagli enti locali ai coordinamenti pedagogici, dai gestori al Terzo settore, dagli esperti universitari alla sanità pubblica, per portare già a fine aprile al Governo proposte concrete su come svolgere in sicurezza attività estive trovando il giusto equilibrio e le modalità che garantiscano la massima tutela della sicurezza e della salute sia dei bambini e ragazzi, che delle loro famiglie, che di educatrici, educatori e personale coinvolto, su cui ci stiamo confrontando anche con i sindacati.

Siamo molto felici che il Governo abbia tenuto in ampia considerazione e ripreso i contenuti del nostro documento di proposte per scrivere le Linee guida nazionali che trovate qui sul sito del Dipartimento per le politiche della famiglia.
Voglio ringraziare la Ministra Bonetti, la Ministra Catalfo e la Ministra Azzolina per la collaborazione e per l’impegno, venendo incontro anche alle richieste fatte insieme alla Conferenza delle Regioni ed ANCI di sostenere questo sforzo collettivo con risorse aggiuntive (150 mln dedicati nel decreto Rilancio) e permettendo alle famiglie un uso più flessibile del bonus baby-sitter anche per accedere ai centri estivi.
Nel confronto con le Ministre abbiamo chiesto anche un approfondimento sulla graduale ripresa dei servizi educativi per l’infanzia (0-6 anni) con modalità di gestione in sicurezza simili a quelle appena adottate, e il confronto su questo punto prosegue.
Per facilitare l’accesso ai centri estivi la Regione conferma l’impegno di 6 milioni di euro per sostenere con i voucher conciliazione chi ha difficoltà economiche e cercheremo di fare anche di più.
Grazie all'impegno di queste settimane in Regione siamo pronti, lavoreremo con tutti gli interlocutori e le parti sociali per partire al più presto con le prime attività sperimentali.

Il confronto costante, l’ascolto e la condivisione delle idee e delle scelte, costano tempo e fatica ma rendono sempre le soluzioni più giuste, più efficaci, più solide.

Elly Schlein

Vicepresidente della Giunta regionale dell'Emilia-Romagna e Assessore al contrasto alle diseguaglianze e transizione ecologica: Patto per il clima, welfare, politiche abitative, politiche giovanili, cooperazione internazionale allo sviluppo, relazioni internazionali, rapporti con l’UE

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/05/18 09:36:00 GMT+2 ultima modifica 2020-05-27T12:29:40+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina