martedì 24.04.2018
caricamento meteo
Sections

Prostituzione e Tratta di esseri umani

Programmi art.18 D.lgs 286/98

Dal 2000 ad oggi, ogni anno la Regione Emilia-Romagna ha promosso progetti di rete regionali in risposta ai bandi emessi dal Dipartimento Pari Opportunità per la realizzazione di programmi di assistenza ai sensi dell’art. 18 del D.lgs 286/98.

Gli interventi sono attuati a favore di persone di ogni genere sessuale, maggiorenni e minorenni, extracomunitarie e comunitarie, vittime di varie forme di sfruttamento (sessuale, lavorativo, accattonaggio, attività illegali, espianto di organi), di riduzione e mantenimento in schiavitù, e di tratta di esseri umani.

Non appena una persona è presa in carico, viene predisposto un programma individuale di protezione e integrazione sociale che prevede, innanzitutto, il suo inserimento in uno spazio di accoglienza riservato e tutelato e, successivamente, l’attivazione di una serie di altri interventi che faciliteranno il suo progressivo percorso verso l’autonomia e l’inclusione sociale. Le principali azioni sviluppate si articolano in:

Accoglienza abitativa

Prima e seconda accoglienza.
Accoglienza di donne vittime di tratta e di sfruttamento anche in stato di gravidanza e/o con figli minori a carico.
Accoglienza in appartamenti protetti.
Ricerca alloggio in autonomia.

Protezione (assistenza sanitaria, psicologica, legale e consulenze varie)

Attivazione dei diversi servizi sanitari e sociali.
Misure di accompagnamento e orientamento e sostegno.
Mediazione linguistico-culturale (in particolare con donne di nazionalità nigeriana).
Fornitura di sussidi.
Sostegno per eventuali rimpatri assistiti.

Attività mirate all'ottenimento del permesso di soggiorno ex art. 18

Tutela legale e assistenza per la regolarizzazione dei documenti e per l’inclusione sociale.

Formazione (alfabetizzazione linguistica, informatica, ecc. e corsi di formazione professionale)

Presa in carico di persone minori e adulte vittime di sfruttamento, e definizione di percorsi individualizzati mirati al raggiungimento dell´autonomia.

Attivazione di percorsi di formazione professionale

Inserimenti formativi.
Attività mirate all´inserimento socio-lavorativo (borse lavoro, tirocini lavorativi, ecc.)
Realizzazione di percorsi di reinserimento socio-lavorativo per donne e uomini vittime di sfruttamento.
Attivazione di percorsi di alfabetizzazione ed orientamento al lavoro.

Azioni sul documento
Pubblicato il 05/05/2010 — ultima modifica 28/03/2011
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it