Servizio Civile

Avviso agli Enti SCUniversale

Presentazione progetti SCU: scadenza prorogata alle ore 14:00 del 18 gennaio 2019

Con avviso del 9/1/2019 il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale (DGSCN) ha prorogato la scadenza per la presentazione dei progetti di servizio civile universale (SCU) alle ore 14:00 del 18 gennaio 2019.

Leggi l'avviso 9/1/2019 del DGSCN .

-*-*-

Il DGSCN ha pubblicato l'avviso per la presentazione dei progetti di SCU da realizzarsi in Italia e all'estero,  fino alla concorrenza delle risorse effettivamente disponibili per l’anno 2019.

Leggi l'avviso 16/10/2018 del DGSCN e i relativi allegati: A - B - C - D.

Oltre all'avviso che precede sono di riferimento le disposizioni approvate con D.M.11/5/2018 n.58.

A seguire, nella seduta del 26 novembre scorso, la Giunta regionale ha approvato i criteri aggiuntivi di valutazione, a valere per i progetti da presentare alla Regione Emilia-Romagna entro la scadenza di cui sopra ( estratto DGR 2018/18 (pdf, 261.8 KB)), che coerentemente agli scorsi anni intendono rafforzare ancor più due misure previste nella riforma del SCU: la co-progettazione e la valorizzazione di posti a favore dei giovani con opportunità differenti.

In questa prospettiva sono previsti:

A) 4 punti per l'adesione alle attività congiunte in ambito Co.Pr.E.S.C. (sensibilizzazione e promozione, formazione generale e formazione olp, condivisione del monitoraggio interno, indicazione referenti degli enti per le predette attività e corso sulla sicurezza tramite FAD Regione Emilia-Romagna), elevabili a 13 punti nel caso di co-progettazioni;

B) 7 punti per la valorizzazione di almeno il 25% dei posti richiesti (arrotondati all'unità superiore) a favore di giovani con minori opportunità (da precisare se: disagio sociale e/o disabile e/o bassa scolarizzazione e/o che abbia presentato domanda di partecipazione in precedenza senza essere avviato al SC), qualora sia già stato avviato uno di questi giovani nel/i progetto/i attivo/i. Con lo stesso provvedimento sono state confermate alcune misure previste negli anni passati: la possibilità di co-progettazione e la riduzione a 2 del numero minimo di giovani per progetto (ATTENZIONE: queste due opportunità non sono attivabili per i progetti con misura aggiuntiva da presentare al Dipartimento).

Il punteggio aggiuntivo regionale non sarà attribuito nei seguenti casi agli Enti:

  • che non presentino, ovvero presentino solo in parte, gli esiti finali del monitoraggio interno del progetto di servizio civile presentato alla Regione entro il 17/10/2016, riportandoli in sintesi ed esplicitando le ricadute sulla progettazione in corso al termine della voce 7/2 relativamente alle seguenti specifiche: attività dei giovani, obiettivi, contesto e destinatari;
  • che non consegnino l’istanza di presentazione dei progetti di cui all’allegato 3;
  • dei territori provinciali nei quali non verrà approvato e sottoscritto il Piano Provinciale del Servizio Civile;
  • che prevedano requisiti d’accesso al progetto per i giovani interessati.

Inoltre, come per gli anni passati, è stata prevista la predisposizione di graduatorie provinciali dei progetti di SCU, in base alle sedi d’attuazione, e il punteggio minimo di 60 punti per consentire l’avvio dei progetti in ciascuna graduatoria.

Infine la Giunta regionale ha ribadito, ancora una volta, che il principio della delega non appartiene al sistema regionale di servizio civile e pertanto ciascun Ente dovrà partecipare con propri referenti, diversi da quelli degli altri Enti.

Modulistica:

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/12/20 15:44:00 GMT+1 ultima modifica 2019-01-09T19:31:04+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina