mercoledì 22.11.2017
caricamento meteo
Sections

Terzo settore

Revisione del Registro regionale delle Organizzazioni di volontariato

La Legge regionale n. 12/2005 e la Deliberazione di Giunta regionale n. 1007/2015 definiscono le procedure per la revisione del Registro regionale delle organizzazioni di volontariato e le modalità di verifica e di controllo sulle dichiarazioni rese

Cosa fa la Regione

La Legge regionale n. 12 del 21 febbraio 2005 «Norme per la valorizzazione delle organizzazioni di volontariato. abrogazione della L.R. 2 settembre 1996, n. 37 (nuove norme regionali di attuazione della Legge 11 agosto 1991, n. 266 - Legge quadro sul volontariato. abrogazione della L.R. 31 maggio 1993, n. 26)» all'articolo 4 demanda all’approvazione da parte della Giunta Regionale di un atto che disciplini le procedure e le condizioni per l’iscrizione, la cancellazione, la revisione del Registro regionale delle Organizzazioni di volontariato, nonché le modalità di verifica dei requisiti in possesso dalle stesse.

Con Deliberazione della Giunta regionale n. 1007 del 27 luglio 2015 è stata approvata la disciplina del Registro regionale delle organizzazioni di volontariato ed in particolare sono stati definiti:

  1. i requisiti per l’iscrizione al Registro regionale delle Organizzazioni di volontariato;
  2. le modalità per la cancellazione delle Organizzazioni di volontariato dal Registro;
  3. le procedure per la revisione periodica del Registro;
  4. le modalità di verifica e di controllo sulle dichiarazioni rese. La Regione infatti è tenuta ad esercitare sia verifiche di congruità, sia controlli specifici sulle anomalie che controlli a campione sulla veridicità delle dichiarazioni stesse, al fine di garantire la massima efficacia dell’azione amministrativa e l’individuazione di eventuali abusi o irregolarità in relazione alla normativa nazionale e regionale.

Procedura di revisione del Registro

La procedura di revisione del Registro è prevista dal 16 Ottobre 2017 e si chiuderà il 28 febbraio 2018

La verifica avviene con procedura telematica, pertanto le informazioni richieste, volte ad aggiornare il sistema informativo regionale sul Terzo Settore (TeSeO), saranno rese avvalendosi di una specifica scheda informatica.

Detta scheda, compilata dal legale rappresentante dell’Organizzazione dichiarante, ha valore di autocertificazione e pertanto le dichiarazioni, ancorché rese con modalità telematica, si intendono effettuate ai sensi e con le responsabilità di cui al D.P.R. n. 445/2000.

L’obiettivo della revisione è verificare l’effettiva operatività e il permanere dei requisiti di iscrizione delle Organizzazioni di volontariato.

La comunicazione di avvio della procedura di revisione del Registro è stata inviata tramite posta elettronica a tutte le Organizzazioni di volontariato iscritte al Registro al 31 dicembre 2016 dando indicazioni operative per la compilazione on-line della scheda di rilevazione.

Gli obblighi previsti dall’articolo 4, commi 1 e 2, della L.R. 12/2005 per la revisione del Registro si intendono assolti con la compilazione telematica del questionario ed il caricamento in formato .pdf di tutti i documenti sopracitati.

Per quanto concerne la richiesta di ulteriori specifiche informazioni in merito alla revisione del Registro sarà possibile contattare l’ufficio regionale inviando un'e-mail a: registrovolontariato@regione.emilia-romagna.it.

Per tutte le altre informazioni ed approfondimenti relativi alla normativa concernente le organizzazioni di volontariato in Emilia-Romagna è sempre possibile contattare l’ufficio regionale inviando un'e-mail a:  registrovolontariato@regione.emilia-romagna.it.

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/10/2017 — ultima modifica 08/11/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it