Terzo settore

Organizzazioni di volontariato (OdV)

Cosa fa la Regione

La Regione Emilia-Romagna riconosce il valore sociale e civile ed il ruolo nella società del volontariato come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo e, nel rispetto della sua autonomia, ne sostiene e favorisce l'apporto originale per il conseguimento delle più ampie finalità di carattere sociale civile e culturale.

La Regione, con la legge regionale n. 12 del 2005 e s.m., ha istituito il registro regionale delle organizzazioni di volontariato e ha definito le modalità di iscrizione allo stesso con Deliberazione della Giunta regionale n. 1007 del 27/07/2015.

L'iscrizione al registro regionale delle organizzazioni di volontariato è incompatibile con l'iscrizione nel registro regionale delle Associazioni di Promozione Sociale.

L'iscrizione nel registro regionale del volontariato dà diritto ad agevolazioni di natura economica, amministrativa e gestionale, nonché permette la possibilità di usufruire della qualifica fiscale di Onlus ai sensi dell'art. 10, comma 8 del D.Lgs. n. 460/1997.

Le Organizzazioni di volontariato iscritte nel registro regionale:

  • hanno diritto di partecipazione e di informazione (art. 7, legge regionale n. 12/2005 e s.m.);
  • possono accedere alla formazione programmata erogata da organismi di formazione professionale e possono promuovere la formazione dei volontari aderenti (art. 8, legge regionale n. 12/2005 e s.m.);
  • possono partecipare ai bandi regionali per l'ammissione ai contributi regionali (art. 9, legge regionale n.12/2005 e s.m.);
  • possono avere in uso gratuito spazi e attrezzature (art. 10, legge regionale n.12/2005 e s.m.);
  • possono stipulare convenzioni con la Regione, con Enti Locali e con altri enti pubblici, per l'erogazione di prestazioni ed attività compatibili con la natura e le finalità del volontariato (artt. 13 e 14 della legge regionale n.12/2005 e s.m.).

Verifiche e controlli su dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà rese ai fini dell'iscrizione nei Registri regionali

Le disposizioni e le procedure in merito ai controlli sono state approvare con Determinazione dirigenziale n. 18738 del 20/11/2017 (pdf, 146.3 KB), «Disposizione e procedure in merito al controllo sulle dichiarazioni sostitutive di certificazione e di atto di notorietà rese ai fini dell'iscrizione nei Registri regionali di cui alle Leggi regionali n. 12/2005 e n. 34/2002 e nell'Albo regionale di cui alla legge regionale n. 12/2014 nel primo semestre 2017 (D.P.R. 445/00 e ss.mm.ii.)»

A chi rivolgersi

Servizio Politiche per l'integrazione sociale, il contrasto alla povertà e Terzo settore

viale Aldo Moro 21 - 40127 Bologna
E-mail certificata: segrspa@postacert.emilia-romagna.it

Cinzia Ioppi
Responsabile U.O. Valorizzazione della cooperazione sociale ed europea
Competenza: Procedimenti di iscrizione Albi e registri del terzo settore
Tel. 0515277079
cinzia.ioppi@regione.emilia-romagna.it

Mario Ansaloni
Responsabile U.O. Promozione e valorizzazione del ruolo dei soggetti del terzo settore
Competenza: Procedimenti di verifica e controllo Albi e registri del terzo settore
Tel. 0515277532
mario.ansaloni@regione.emilia-romagna.it

Per informazioni:
registrovolontariato@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/09/30 16:30:00 GMT+1 ultima modifica 2019-06-20T09:57:32+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina