Terzo settore

Albo regionale delle cooperative sociali

Cosa fa la Regione

L’albo regionale delle cooperative sociali è stato istituito dalla legge regionale n.12/2014.

Possono iscriversi all'albo le cooperative sociali e i loro consorzi che hanno sede legale nel territorio regionale e che rispondono ai requisiti fissati da questa legge (articolo 4 legge regionale n. 12/2014) e dalla deliberazione di Giunta Regionale n. 2113 del 21 dicembre 2015.

L’Albo si articola in tre sezioni:

  • Sezione A, nella quale sono iscritte le cooperative che gestiscono servizi sociali, socio-assistenziali, socio-educativi, socio-sanitari, educativi e sanitari, nonché di formazione professionale ed educazione permanentemente
  • Sezione B, nella quale sono iscritte le cooperative che svolgono attività diverse - agricole, industriali, commerciali o di servizi - finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate e/o in condizione di fragilità
  • Sezione C, nella quale sono iscritti i consorzi costituiti come società cooperative aventi la base sociale formata in misura non inferiore al settanta per cento da cooperative sociali

Relativamente alle cooperative di cui alla Sezione B, si precisa che concorrono al raggiungimento del trenta per cento dei lavoratori necessario al mantenimento di tale status le sole persone svantaggiate di cui al comma 1 dell'art. 4 della legge n. 381/1991.

Le cooperative sociali possono essere iscritte contemporaneamente alle Sezioni A e B dell'Albo alle seguenti condizioni (art.4, comma 4, Legge regionale n.12/2014):

  1. L'organizzazione della cooperativa sociale prevede una divisione aziendale dotata di autonomia organizzativa tale da consentire la separazione delle gestioni relative alle attività di tipo A e B esercitate
  2. Le tipologie di svantaggio e le aree di intervento, esplicitamente indicate nell'oggetto sociale, devono essere tali da postulare attività coordinate per l'efficace raggiungimento delle finalità attribuite alle cooperative sociali ed il collegamento funzionale tra le attività di tipo A e B, nonché essere espresse chiaramente nello statuto della cooperativa
  3. La sussistenza dei requisiti di cui all'articolo 4 della legge n. 381 del 1991 deve essere determinata avendo riguardo solo al personale addetto alle attività rispondenti alla sezione B

Le funzioni amministrative concernenti l’iscrizione, la cancellazione e la revisione dell’albo regionale, nonché le modalità di verifica dello stesso, disciplinate dall'articolo 4 della legge regionale n. 12/2014 e dalla delibera di giunta regionale n. 2113/2015, sono in capo al Servizio Politiche per l'integrazione sociale, il contrasto alla povertà e Terzo settore della Regione Emilia-Romagna.

Con Determinazione n. 3475 del 07/03/2016 è stata approvata la modulistica di iscrizione all'albo delle cooperative sociali.

A chi rivolgersi

Servizio Politiche per l'integrazione sociale, il contrasto alla povertà e Terzo settore

viale Aldo Moro 21 - 40127 Bologna

Dirigente responsabile del procedimento amministrativo
Monica Raciti

PEC: segrspa@postacert.regione.emilia-romagna.it

Responsabile U.O. Valorizzazione della cooperazione sociale ed Europa
Cinzia Ioppi
Tel. 0515277079
Fax. 051 5277080
cinzia.ioppi@regione.emilia-romagna.it

Per informazioni:
Lorena Batani
- sede di Forlì | Tel. 0543714603
- sede di Bologna | Tel. 0515277083 | Fax 051 5277080
albocoopsociali@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/09/30 16:30:00 GMT+1 ultima modifica 2019-10-15T09:37:51+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina