lunedì 22.01.2018
caricamento meteo
Sections

Terzo settore

Commissione consultiva regionale per la cooperazione sociale

La Commissione regionale per la cooperazione sociale ha il compito di favorire il raccordo tra le politiche regionali e la cooperazione sociale nei diversi ambiti in cui essa opera. La Giunta regionale, sentita la Conferenza regionale del terzo settore, individua, nell’ambito dei compiti affidati alla Commissione, gli obiettivi prioritari verso cui orientare i lavori della stessa per la durata del mandato.

La commissione è stata istituita con la legge regionale n.12/2014 (articolo 20).

Modalità di funzionamento e compiti

La Commissione svolge la propria attività consultiva attraverso il rilascio di pareri e proposte su:

  • definizione ed esame dei provvedimenti programmatori relativi alle politiche e ai settori di interesse della cooperazione sociale;
  • individuazione di specifici strumenti e modalità organizzative adatti al raggiungimento degli obiettivi programmati;
  • definizione di provvedimenti relativi alla gestione dell’Albo regionale delle cooperative sociali;
  • definizione di provvedimenti concernenti criteri e proposte per la concessione di contributi alle cooperative sociali previsti dalla normativa regionale vigente;
  • monitoraggio sul rapporto pubblico-privato sociale e sulle attività della cooperazione sociale nel territorio regionale.

Composizione

La commissione, nominata dalla Deliberazione di Giunta n 224/2015, è composta da:

  • Assessore regionale competente in materia di Welfare e Politiche abitative, Elisabetta Gualmini, che la presiede;
  • tre componenti delle organizzazioni delle cooperative sociali più rappresentative a livello regionale: Alberto Alberani (Legacoopsociale), Luca Dal Pozzo (Federsolidarietà), Emanuele Monaci (Agci);
  • un rappresentante dell’ANCI e Lega Autonomie Emilia Romagna Alberto Bellelli
  • tre rappresentanti designati dalle Organizzazioni Sindacali più rappresentative a livello regionale: Anna Valcavi (CGIL) ,Maurizia Martinelli (CISL), Giuseppina Morolli (UIL);
  • due esperti in possesso di comprovata esperienza nel settore della cooperazione sociale: Francesco Longo e Paolo Venturi.

A seconda degli argomenti all'ordine del giorno, possono essere chiamati a partecipare ai lavori della Commissione altri assessori regionali, o loro delegati, le presidenze delle commissioni assembleari competenti per materia, nonché rappresentanti delle autonomie locali o di altri organismi.

Nomina e durata

La Giunta regionale individua e nomina i componenti della Commissione su proposta dell’Assessore regionale competente in materia di politiche sociali.

La Commissione resta in carica per il periodo coincidente con il mandato della Giunta regionale che ha provveduto alla sua nomina e i suoi componenti possono essere riconfermati per una sola volta.

Azioni sul documento
Pubblicato il 10/03/2011 — ultima modifica 23/03/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it