Reggio Emilia. Fragilità in mostra negli spazi destinati all'affissione

Pensi di conoscermi? Una campagna su autismo e disturbi psichici

Non è una mostra fotografica qualsiasi, quella "visitabile" a Reggio Emilia da lunedì 14 settembre prossimo, nata dalla collaborazione tra Comune, centro Autismo dell'Ausl, Farmacie comunali riunite, Cooperative sociali Casa Gioia e Coress e Associazione Sentiero Facile.

Negli spazi destinati all'affissione di manifesti pubblicitari saranno infatti esposti gli scatti del fotografo Giacomo Bruno, che ritraggono volti e figure di persone fragili, nell'ambito di una campagna di sensibilizzazione sul fenomeno promossa nel progetto Reggio Emilia città senza barriere. In dettaglio, dal 14 al 28 settembre le foto tratteranno dell'autismo e poi, fino all'11 ottobre, del disagio psichico. Virgina Giuberti, psicologa del Centro Autismo dell'Ausl, commenta: «Aderire a una campagna di comunicazione sull'autismo è di importanza fondamentale per sensibilizzare la cittadinanza e trasmettere il messaggio che l'autismo non è solo un disturbo, è un altro modo di essere. Le persone con disturbo autistico devono essere seguite da servizi specialistici con un progetto individualizzato durante tutto l'arco della vita, ma devono, soprattutto, potersi inserire nella comunità e poter applicare nei contesti di vita le competenze acquisite con le terapie».

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/09/14 13:01:00 GMT+2 ultima modifica 2020-09-14T13:08:46+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina