Cittadini Ucraini sfollati in Emilia-Romagna tra marzo e luglio 2022

I dati di sintesi in un report dell’Osservatorio sul fenomeno migratorio dell’Emilia-Romagna

L’Osservatorio sul fenomeno migratorio della Regione Emilia-Romagna, avvalendosi dei dati acquisiti da Prefetture e Protezione Civile Nazionale, ha realizzato un report di sintesi sugli arrivi nel territorio regionale degli sfollati Ucraini a seguito del conflitto bellico a partire dai primi mesi di marzo 2022. L’elaborazione ha avuto come termine il 31 luglio 2022, in quanto nei mesi successivi il flusso di arrivi dall’Ucraina si è significativamente affievolito.

I dati degli arrivi

Secondo i dati del Dipartimento della Protezione Civile, basati sui controlli effettuati dalla Polizia di Frontiera e dalla Polizia Ferroviaria, in Italia, a fine luglio, sono arrivati oltre 156.000 cittadini Ucraini, di cui oltre 46.000 sono persone di minore età (il 29,6% del totale).

In base ai dati forniti dalle Prefetture dell’Emilia-Romagna, raccolti, sistematizzati e trasmessi dalla Prefettura di Bologna, al 25 luglio 2022 sono arrivati in Emilia-Romagna 27.585 sfollati Ucraini, di cui 11.122 minorenni, il 40,3% dei presenti.

L’andamento degli arrivi del mese di marzo - nella prima fase della guerra - sono stati decisamente elevati, nel mese di aprile hanno mantenuto valori ancora importanti anche se in decrescita, mentre nei mesi successivi gli ingressi sono stati di minor portata.

I dati provinciali mostrano, nell’ordine, i maggiori arrivi nelle province di: Rimini (19,4%), Bologna (15,9%), Ferrara (14,0%), Modena (12,0%), Reggio Emilia (11,2%), seguono Ravenna (7,8%), Forlì-Cesena (7,3%), Piacenza (6,9%) e Parma (5,5%).

In questa fase dell’accoglienza le persone hanno trovato autonoma sistemazione presso familiari o conoscenti, o sono state collocate presso alberghi in fase temporanea e, in base alla disponibilità di posti, presso centri di accoglienza straordinaria (Cas).

Secondo i dati resi disponibili dalle Prefetture, le presenze nei Cas sono in aumento nel tempo. Il valore numericamente più elevato è al 25 luglio con 2.370 accolti. A quella data la percentuale rispetto agli arrivi è dell’8,6%.

Le richieste di protezione temporanea

Secondo i dati della Protezione Civile, che fanno riferimento al periodo 29 aprile-31 luglio 2022, in Italia hanno chiesto la protezione temporanea 144.812 persone Ucraine, pari al 92,6% degli arrivi.

Osservando invece il dato emiliano-romagnolo, la protezione temporanea riguarda 17.348 persone, dato che colloca la nostra regione al secondo posto in Italia dopo la Lombardia per richieste di protezione.

Le richieste riguardano soprattutto femmine: sono 12.580, pari al 72,5% del totale e presentano un’elevata quota di minori (39,0%). La quantità di persone adulte con figli sono 4.068, il 38,4% degli adulti.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/10/21 11:08:00 GMT+1 ultima modifica 2022-10-21T11:20:03+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina