Cittadini stranieri in Emilia-Romagna

Un’anticipazione dei dati aggiornati al 1° gennaio 2021, a cura dell’Osservatorio regionale sul fenomeno migratorio

Il 2020 ritrae un Paese colpito dalla pandemia in cui si accentuano situazioni di disagio e disuguaglianza sociale. La pandemia ha inciso pesantemente sulla mortalità della popolazione in particolare quella anziana, sui settori economici e sociali con un dirompente effetto negativo, ha messo a dura prova le strutture sanitarie e tutti i Servizi, generando grosse difficoltà per la tutela della salute. Sono state inoltre ridotte le libertà individuali delle persone e le loro relazioni sociali.

In questo contesto, anche l’Emilia-Romagna ha dovuto far fronte alle emergenze che si sono presentate e il fenomeno migratorio ha anch’esso subito un impatto in diversi ambiti: demografico, economico, sociale.

Per quanto riguarda gli arrivi da altri Paesi si nota una riduzione dei permessi di soggiorno rilasciati. Il fenomeno è in buona parte legato alla limitazione degli spostamenti generati dalla pandemia Covid-19 e in parte legato alle nuove acquisizioni di cittadinanza.

Si evidenzia però che alcuni aspetti, nonostante la pandemia, mostrano segnali di integrazione e stabilizzazione.

In primo luogo, cresce l’incidenza dei residenti stranieri (12,7%): la più alta degli ultimi 20 anni e la più alta fra le regioni italiane. Aumentano le acquisizioni di cittadinanza italiana (+21,3% rispetto al 2019).

L’incidenza dei ragazzi stranieri nelle scuole rimane stabile al 17,1%, ma l’Emilia-Romagna rimane comunque prima regione in Italia per incidenza di alunni stranieri.

I permessi di lungo periodo si mantengono al 67,7% del totale dei permessi, i nati da genitori stranieri, seppur in lieve calo, rappresentano il 24,5% del totale dei nati, gli studenti nati in Italia sono sempre più rilevanti (68,8%).

Infine, per quanto riguarda l’occupazione, si nota un lieve miglioramento degli stranieri occupati (+0,1%) anche se nel mercato del lavoro permangono importanti criticità. Da evidenziare anche una crescita delle imprese di lavoro autonomo straniere (+2,8%).

I dati su residenze anagrafiche, soggiornanti con regolare permesso di soggiorno, scuola, mercato del lavoro al 1 gennaio 2021, presentati ora sono un’anticipazione del quadro dettagliato del fenomeno migratorio in Emilia-Romagna che sarà approfondito nei prossimi mesi attraverso la redazione della pubblicazione annuale “L’immigrazione straniera in Emilia-Romagna - Edizione 2022”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/01/20 12:52:00 GMT+2 ultima modifica 2022-01-20T12:54:25+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina