Adozione internazionale

L'adozione internazionale è l'adozione di un minore il cui stato di abbandono (e di adottabilità) sia stato dichiarato dalle competenti autorità di un Paese estero.

    La coppia che intende intraprendere il percorso dell'adozione internazionale segue inizialmente lo stesso percorso di chi adotta in Italia con l'adozione nazionale: solo dopo la presentazione al Tribunale per i Minorenni della relazione psico-sociale illustrativa della coppia realizzata dall’équipe adozioni il percorso si differenzia.
    In caso di adozione internazionale, infatti, il Tribunale per i minorenni per l’Emilia-Romagna, convocherà la coppia, previa formale presentazione di disponibilità, decretandone o meno l’idoneità all’adozione internazionale. I coniugi idonei, entro un anno, dovranno dare incarico ad un Ente autorizzato, scelto tra quelli riconosciuti dalla Commissione adozioni internazionali (CAI) per la nostra regione, di seguire le procedure all’estero. Si tratta della cosiddetta fase dell'attesa (pdf2.41 MB). Prima che si concretizzi l’arrivo del bambino, il Tpm verifica che diversi requisiti del provvedimento di adozione pronunziato all’estero e, dopo averli accertati, ordina la trascrizione del provvedimento di adozione nel registro di stato civile del Comune di residenza dei genitori adottivi.

    Materiali di approfondimento sull'adozione internazionale

      Studi e riferimenti operativi

          • FamilyLine Linea Amica Formato Famiglia, progetto di Formez e Dipartimento per le politiche della famiglia

                Documenti internazionali

                  Azioni sul documento

                  pubblicato il 2013/10/15 09:47:00 GMT+2 ultima modifica 2020-04-23T20:05:01+02:00

                  Valuta il sito

                  Non hai trovato quello che cerchi ?

                  Piè di pagina