Progetto Acero - Accoglienza e lavoro

Il progetto si rivolge alle persone dimesse dal carcere per l’ammissione ad una misura alternativa

Il progetto ha l'obiettivo di sviluppare competenze e abilità per l’acquisizione e il consolidamento del livello di autonomia delle persone dimesse dal carcere per l’ammissione ad una misura alternativa, al fine di contenere il rischio di recidiva.

E' stato presentato dal Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria dell'Emilia-Romagna e dall'Assessorato regionale alle Politiche Sociali e approvato da Cassa Ammende nel giugno 2012

Di durata biennale, si articola in due azioni:

  1. prima azione "Accoglienza"

finanziata attraverso i fondi di Cassa Ammende, prevede il pagamento di 45 interventi (della durata di 6 mesi ciascuno) per l’accoglienza di persone presso residenze riabilitative collettive che possono assicurare, oltre ad una idonea struttura abitativa, anche consolidate buone prassi di interazione con il volontariato

  1. seconda azione "Lavoro e formazione"

finanziata con fondi regionali, comunali e provinciali prevede, il pagamento di 90 percorsi di inclusione lavorativa sostenuti da attività di tutoraggio che favoriscano il graduale rientro nel tessuto lavorativo dei destinatari. Il coinvolgimento dell’amministrazione penitenziaria e dell’amministrazione regionale previsto nel progetto ha favorito la partecipazione e collaborazione degli attori interessati: referenti degli Istituti penitenziari, referenti degli Uffici esecuzione penale esterna, referenti dei Comuni sede di carcere e referenti provinciali. 

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/09/24 14:52:04 GMT+1 ultima modifica 2013-09-24T16:52:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina