Intercultura

“Je suis razza umana”, riflessioni sulla società mutevole

Torna il ciclo di incontri, sul web, che racconta il mondo contemporaneo. Il primo appuntamento con Gad Lerner, Chiara Tagliaferri e Cristina Portolano

Percorso di approfondimento su razzismo, comunità, culture, stereotipi, migrazioni, identità, Je suis Razza umana giunge alla VI edizione. L’appuntamento – che vedrà come protagonisti Gad Lerner, Chiara Tagliaferri, Luca Bottura, Emidio Clementi, Annalisa Camilli, Serena Danna, Brahim Maraad, Sabika Shah Povia e Cristina Portolano – sarà un’occasione per riflettere nei giorni 21, 28 e 30 dicembre 2020 su come la società sta affrontando le sfide contemporanee: dal terrorismo alle politiche di accoglienza, fino all’attuale emergenza sanitaria.

Quest'anno il festival sarà digitale e sarà quindi possibile partecipare attraverso la pagina Facebook di Arci Modena. Tre gli appuntamenti, da trenta minuti ciascuno, in cui relatrici e relatori offriranno una riflessione su alcuni temi di attualità. La rassegna, curata da Arci Modena con il patrocinio del Comune di Modena, è in collaborazione con l'associazione giovanile Città Futura, il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali e il Crid dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

PROGRAMMA

  • Lunedì 21 dicembre, ore 19 - “Lessico dei valori”
    Approfondimento su come si interpretano alcuni valori rispetto alle nuove generazioni e alla molteplicità di culture che compongono la società contemporanea. Intervengono:
    Gad Lerner, giornalista - “Resistenza e memoria”;
    Chiara Tagliaferri, autrice - “Sisterhood – sorellanza” 
    Chiara Portolano, illustratrice - “Quotidianizzare le differenze”.

  • Lunedì 28 dicembre, ore 19 -  “Elementi di informazione”
    Riflessione su come sono state gestite le informazioni dai media in questo anno di pandemia mondiale. Intervengono:
    Brahim Maarad, giornalista Agi - “Covid-19 in Europa, narrazioni diverse?”
    Serena Danna, vice direttrice Open Online - “Raccontare il Covid-19 in Italia”
    Annalisa Camilli, giornalista di Internazionale e scrittrice - “Le emergenze scomparse dai media”.

  • Mercoledì 30 dicembre, ore 19 - “Normalità e mutazione”
    Confronto e dibattito su come è cambiata la nostra società, la visione dell'oggi e del futuro, cosa ci ha insegnato il virus e perché tornare alla normalità non è più possibile mentre costruirne un'altra sì. Intervengono:
    Emidio Clementi, scrittore, musicista e fondatore dei Massimo Volume - “L’umanità al tempo del virus”
    Sabika Shah Povia, giornalista - “Interconnessione vs chiusura”
    Luca Bottura, autore, scrittore e giornalista - “Costruire nuove normalità”.

Informazioni
Per seguire la diretta: pagina FB Arci Modena

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/12/21 11:24:14 GMT+1 ultima modifica 2020-12-21T11:24:14+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina