Servizio Civile

Le prossime scadenze del Servizio Civile Regionale

Dopo l'approvazione del documento di programmazione pluriennale del servizio civile (pdf367.28 KB) per gli anni 2016-2018, la Regione Emilia-Romagna ha prorogato la sua validità con deliberazione dell'Assemblea legislativa n.189 del 20 dicembre 2018 per consentire la presentazione e la realizzazione dei progetti di servizio civile regionale (di seguito SCR).

A seguito dell'adozione dei provvedimenti attuativi della riforma del servizio civile universale (di seguito SCU), con deliberazioni di Giunta regionale n.2018/2018 e n.2349/2019 (estratto DGR (pdf106.71 KB)) sono stati conseguentemente previsti, integrati e aggiornati contenuti e riferimenti temporali del SCR già previsti nella deliberazione della Giunta regionale n.558/2016, relativa alla prima attuazione del citato documento pluriennale, al fine di permettere la presentazione e la realizzazione anche dei prossimi progetti SCR 2021 con le modalità e nelle scadenze di seguito riportate.

Con deliberazione di Giunta regionale n.103/2021 (estratto DGR (pdf160.56 KB)), infine, è stato prorogato il termine per la presentazione dei co-progetti SCR per giovani 18-29 anni al 12 febbraio 2021 e introdotte alcune precisazioni e semplificazioni 

SERVIZIO CIVILE REGIONALE per giovani 18-29 anni

Il termine per la consegna alla Regione Emilia-Romagna dei co-progetti di servizio civile regionale  è scaduto alle ore 14:00 del 12 febbraio 2021.

In continuità con il Documento di programmazione pluriennale del servizio civile, nel periodo sperimentale il SCR farà riferimento alle attività di pianificazione, sensibilizzazione, promozione e orientamento, formazione generale e condivisione del monitoraggio in ambito Co.Pr.E.S.C. e sarà attuato esclusivamente con co-progettazioni, che coinvolgano due o più enti titolari d'iscrizioni con loro enti di accoglienza e/o loro sedi d'attuazione.

I Co.Pr.E.S.C. convocheranno il tavolo provinciale, o interprovinciale, per definire programmi contenenti sia un insieme organico di progetti e/o co-progetti SCU, sia co-progetti SCR, coordinati tra loro e da riportare nel Piano provinciale del servizio civile. Ancora, i co-progetti SCR dovranno, obbligatoriamente, essere pensati e predisposti per coinvolgere i giovani con minori opportunità insieme ai loro coetanei (non è fissato un numero obbligatorio per progetto), da prevedere comunque in misura non superiore al 50% per singola sede individuata, allo scopo di costituire gruppi misti in servizio civile nelle sedi interessate.

L'auspicio è che, ancor più del passato, l'esperienza di SCR possa orientare quella di SCU e realizzarsi insieme, con analoghi contenuti, pur non risultando obbligatori per il SCU.

Dopo la verifica dei co-progetti SCR 2021 da parte della Regione, seguirà la pubblicazione degli avvisi provinciali per la presentazione della domanda di partecipazione da parte dei giovani interessati, per 30 giorni presumibilmente nel periodo tra maggio e luglio, mentre gli avvii delle attività sono confermati nel seguente modo:

-1 settembre 2021, per tutti i co-progetti di 11 mesi e per i co-progetti interessati di durata da 6 a 10 mesi;

-1 ottobre 2021, per i restanti co-progetti di durata da 6 a 10 mesi.

=*=*=

SERVIZIO CIVILE ESTERO (SCE)

Il termine per la consegna alla Regione Emilia-Romagna dei progetti per il sostegno all'esperienza di SCE  è scaduto alle ore 14:00 del 31 gennaio 2021.pdf361.88 KB)

=*=*=

COORDINAMENTI PROVINCIALI DEGLI ENTI DI SERVIZIO CIVILE

Il termine per la presentazione dell'istanza di adesione agli obiettivi regionali da parte dei Co.Pr.E.S.C. è previsto alle ore 23:59 del 30 giugno 2021.

La rendicontazione in itinere sarà da presentare entro il 30/9 di ogni anno e sarà utile per quantificare l'acconto spettante, mentre resta invariata la scadenza della rendicontazione finale, riguardante tutti i costi del bilancio consuntivo del Co.Pr.E.S.C.. Confermata la modalità operativa, attuata dal 2005, che non consente ai Co.Pr.E.S.C. l’erogazione diretta di compensi o rimborsi a singoli formatori della formazione generale coordinate e congiunta (C&C) e della formazione specifica C&C; le somme in questione saranno erogate esclusivamente e direttamente agli enti che lo richiederanno al Co.Pr.E.S.C. competente, e per conoscenza alla Regione, per i propri formatori accreditati, prioritariamente formati nei corsi della Regione, messi a disposizione con la scheda d’adesione al Piano provinciale, diversamente si procederà alla riduzione del 25% del finanziamento riconosciuto.
In conseguenza del nuovo accreditamento SCU, gestito esclusivamente dal Dipartimento per le politiche giovanili e il SCU, la Giunta ha rilevato l’inopportunità della coincidenza nella stessa persona delle attività di operatore Co.Pr.E.S.C. e del ruolo di responsabile facente parte della “struttura di gestione stabile dedicata al SCU”: Coordinatore responsabile del servizio civile universale o Responsabile della formazione e valorizzazione delle competenze o Responsabile della gestione degli operatori volontari o Responsabile dell’informatica o Responsabile della sicurezza o Responsabile delle attività di controllo, verifica e valutazione del servizio civile universale (si veda il paragrafo 5.3 della circolare 3/8/2017 e ss.mm.ii.) e/o di Responsabile legale, di un ente titolare d’iscrizione all’albo SCU.

La modulistica per l'adesione agli obiettivi regionali sarà inviata ai Co.Pr.E.S.C. interessati.

=*=*=

SERVIZIO CIVILE REGIONALE per minori, adulti, anziani

Per la presentazione dei progetti di servizio civile regionale per minori e adulti (SCRMAA) sono i Co.Pr.E.S.C. interessati a definire il termine di presentazione dei progetti all’interno dei Piani provinciali del servizio civile.

Disciplina SCRMAA (pdf261.49 KB)

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/12/21 17:37:00 GMT+2 ultima modifica 2021-02-15T16:09:32+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina