lunedì 22.01.2018
caricamento meteo
Sections

Contro le discriminazioni

Come fare per diventare un punto territoriale

Requisiti, modulistica e procedure per diventare punti territoriali contro le discriminazioni

I Nodi di coordinamento territoriali (Nodi) sono il soggetto operativamente referente per la trattazione delle segnalazioni di discriminazione. I Nodi hanno di norma un ambito di competenza provinciale: possono anche essere previsti più Nodi a livello provinciale, ma l’ambito di competenza di ciascuno deve comunque essere almeno distrettuale.

Possono aderire alla Rete regionale, in qualità di Sportelli o Antenne tutti i soggetti pubblici e privati senza fini di lucro. I soggetti aventi scopo di lucro possono candidarsi ad entrare nella rete regionale solo attraverso le proprie rappresentanze associate ed unicamente per svolgere le funzioni di antenna.

I soggetti che aderiscono in qualità di Sportello devono avere la capacità operativa adeguata a raccogliere le segnalazioni di discriminazione e di gestirle.

I soggetti che aderiscono alla Rete regionale in qualità di Antenna promuoveranno presso i propri associati o utenti informazioni sulla Rete regionale, raccogliendo eventuali segnalazioni di discriminazione e indirizzandole al Nodo di coordinamento territoriale di riferimento.

Sono parte della Rete tutti i Nodi, Sportelli e Antenne che sono stati riconosciuti con gli atti regionali approvati dal 2008 e che al momento dell'approvazione delle presenti linee guida non risultino sospesi per l’assenza di referenti appositamente formati.

I soggetti pubblici e privati interessati ad entrare nella rete regionale compilano l’apposita modulistica per la candidatura inviandola direttamente alla Regione Emilia-Romagna, Centro regionale contro le discriminazioni, Servizio Politiche per l’accoglienza.

La candidatura si considera completata con la completa effettuazione della formazione erogata dal Centro regionale da parte del/la/i referenti.

La Regione provvederà periodicamente con atti del dirigente responsabile a recepire le candidature previa  verifica della documentazione trasmessa, ed a cancellare Nodi, Sportelli e Antenne inattivi.

La Regione, previa verifica della sussistenza dei requisiti e della regolarità della procedura sopra indicata, procede quindi con proprio atto al riconoscimento formale dei nodi di raccordo e dei nodi antenna con funzioni di sportello. 

Delibera regionale 182/2014 - Approvazione nuove linee guida e adesione alla Rete RE.A.DY.

< archiviato sotto: , >
Azioni sul documento
Pubblicato il 15/12/2010 — ultima modifica 10/11/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it