Infanzia e adolescenza

La riapertura delle attività di soggiorno di vacanza in Emilia-Romagna

Misure per la sicurezza di bambini, ragazzi, educatori per attività di soggiorno di vacanza, servizi residenziali in strutture che ospitano una o più comunità di ragazzi, in campeggio o strutture fisse ricettive idonee

Il decreto n. 137 del presidente Stefano Bonaccini del 3 luglio 2020 consente le attività di soggiorno di vacanza, servizi residenziali in strutture che ospitano una o più comunità di ragazzi tra i 3 e i 17 anni, nonché i soggiorni in campeggio e quelli che utilizzano strutture fisse ricettive idonee ad offrire ospitalità, pernottamento e soggiorno temporaneo a gruppi (cosiddetto soggiorno in accantonamento).

Queste attività possono svolgersi, previa comunicazione da parte del gestore al Comune e all’Ausl dei progetti organizzativi, nel rispetto degli standard, dei rapporti numerici tra personale accompagnatore e bambini/adolescenti.

Il decreto regionale fa riferimento al rispetto degli standard, delle misure di distanziamento, dei rapporti numerici tra personale e bambini/adolescenti e delle procedure specifiche previste all’Allegato 8 (punto 2) al DPCM 11 giugno 2020 e all’Allegato 9 al medesimo DPCM, con riferimento alle strutture turistico-ricettive all’aria aperta, laddove si prevede il distanziamento tra letti nelle camere con uso promiscuo di 1,5 metri, applicabile per analogia alla distanza tra materassini all’interno di una tenda, nonché alle Linee guida regionali per le attività didattiche e turistiche in aree naturali protette di cui al Decreto Presidente della Regione n. 113/2020.

Ad integrazione di queste indicazioni, occorre fare riferimento alla “Nota esplicativa in merito ai Centri estivi per bambini e adolescenti dai tre ai 17 anni e alle attività estive per la fascia di età 9-36 mesi” del 16 giugno 2020.

Al personale e ai volontari coinvolti è richiesta una formazione (fornita in collaborazione con il servizio regionale competente) in merito alle norme igienico sanitarie, sui temi della prevenzione di Covid-19, nonché per gli aspetti di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

AVVISO IMPORTANTE: si comunica che dal giorno 31 luglio 2020 non sarà più possibile iscriversi alla formazione on-line per  le attività estive per bambini 9-36 mesi  e  Centri Estivi 3-17 anni. Chiediamo quindi a tutti gli interessati di iscriversi utilizzando il form online tassativamente entro il 31 Luglio. Le credenziali degli ultimi iscritti verranno inviate nei giorni immediatamente successivi.

Le misure per la riapertura in sicurezza delle attività di soggiorno di vacanza

Indicazioni per garantire l’applicazione di procedure che perseguano la massima sicurezza

La procedura, coerente con le indicazioni ministeriali, è corredata da 4 flowchart che sintetizzano i percorsi dal punto di vista del:

  1. Gestore (pdf96.69 KB)
  2. PLS/MMG (pdf79.23 KB) (quest’ultimo nel caso di minore non più in carico al pediatra di libera scelta)
  3. Famiglie (pdf78.66 KB)
  4. Dipartimento di sanità pubblica aziendale (pdf77.84 KB) (DSP)

Le indicazioni per l’esecuzione del tampone naso faringeo

I tamponi naso faringei di cui alla determinazione n. 9216/2020 potranno essere eseguiti da parte delle Ausl di riferimento su richiesta degli enti gestori dei Soggiorni vacanza NON necessariamente prima dell'apertura del Centro stesso. L'esecuzione dei tamponi è a carico del Servizio Sanitario Regionale

Per gli operatori, volontari ed altro personale che opera presso i Soggiorni vacanza si ritiene indicata l’esecuzione del tampone nelle realtà che non avevano già programmato l’esecuzione del test sierologico.

Il corso per gli operatori dei Soggiorni vacanza

La formazione è la stessa richiesta per gli operatori dei Centri estivi.

A chi rivolgersi

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/05/27 10:22:00 GMT+1 ultima modifica 2020-07-24T11:49:05+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina