lunedì 22.10.2018
caricamento meteo
Sections

Infanzia e adolescenza

Scuole dell'infanzia

Le principali attribuzioni in materia di normativa sulle scuole dell'infanzia competono allo Stato. A tal fine si rimanda al sito del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e della sua articolazione su territorio costituita dall'Ufficio Scolastico Regionale (USR). Tali siti pubblicano notizie quotidianamente aggiornate, anche in relazione alle scuole dell'infanzia. Fatte salve le competenze statali, la Regione interviene a sostegno del sistema scolastico integrato in relazione all’attuazione delle Leggi regionali 26/2001 e 12/2003.

Cosa fa la Regione

Bambini all'asiloLa Regione Emilia-Romagna, con la Legge regionale n. 26/2001 e in accordo con le norme contenute nella Legge nazionale n. 62/2000, disciplina gli interventi per il diritto allo studio e all'apprendimento per tutta la vita.

Inoltre, la Legge regionale 12/2003 «Norme per l'uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco della vita attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro» persegue le finalità di garantire ad ognuno, per tutta la vita e in condizioni di pari opportunità, l'accesso a tutti i gradi dell'istruzione, nonché il sostegno per il conseguimento del successo scolastico e formativo e per l'inserimento nel mondo del lavoro. In altre parole, alla luce delle funzioni di programmazione che le sono proprie, la Regione ha puntato al sostegno della qualità dell'offerta educativa, prevedendo quindi finanziamenti rivolti ai progetti di qualificazione.

La Regione conduce con cadenza annuale una rilevazione statistica on-line sulla scuola dell’infanzia non statale.

Per quanto riguarda i numeri delle scuole dell’infanzia dell'Emilia-Romagna, nell'a.s. 2012/2013, la configurazione del sistema integrato pubblico-privato mostra tradizionalmente alcune peculiarità, con la prevalenza di scuole non statali. Delle 1.560 scuole in Emilia-Romagna, il 46,6% è a titolarità statale e accoglie il 47,2% dei bambini, il 53,4% è a titolarità non statale con il 52,8% dei bambini.

Le scuole private paritarie rappresentano il 35,3% del totale, mentre quelle paritarie comunali il 16,9%.

logo MiurLe iscrizioni alla scuola dell’infanzia (statale o paritaria) sono regolate da apposita Circolare Ministeriale che viene emanata ogni anno

A chi rivolgersi

Gino Passarini
tel. 051.527.7497
Gino.Passarini@regione.emilia-romagna.it

Maria Cristina Volta
tel. 051.527.7502
MariaCristina.Volta@regione.emilia-romagna.it

Sabrina Loddo
tel. 051.527.7522 
Sabrina.Loddo@regione.emilia-romagna.it

Per approfondire

Norme e atti

Iniziative particolari

Link utili

< archiviato sotto: >
Azioni sul documento
Pubblicato il 31/07/2013 — ultima modifica 04/09/2018
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it