Infanzia e adolescenza

Con amiche e amici: la socialità torna al Centro!

Un finanziamento regionale di 6 milioni di euro per abbattere le rette

Centri estiviGiù la retta, la platea si allarga: al Centro estivo con la Regione

La Regione ha messo a disposizione dei Comuni e delle Unioni di Comuni 6 milioni di euro per abbattere le rette per la frequenza dei Centri estivi.

Il bonus sarà erogato alle famiglie con figli dai 3 ai 13 anni e prevede un contributo massimo di 336 euro a figlio. Quest'anno la soglia ISEE entro la quale è possibile fare domanda è stata alzata da 28mila a 35mila euro.

Per richiedere il bonus, occorre rivolgersi al proprio Comune.

Cos'è il bonus

Confermati anche per l'estate 2021 i bonus alle famiglie per sostenere i costi delle rette di frequenza dei centri estivi. Sono finanziati dalla Regione con 6 milioni di euro, ripartiti tra i Comuni e le Unioni di Comuni.

Il bonus è un contributo per abbattere la retta per la frequenza del centro estivo, fino a un massimo di 336 euro complessivi per ogni figlio (nel limite di 112 euro a settimana). I contributi saranno quindi erogati per concorrere alla copertura totale o parziale, a seconda del costo effettivo del servizio, della rata settimanale di frequenza.

 Chi può chiedere il contributo

Le famiglie (anche affidatarie) in cui entrambi i genitori, o uno solo in caso di famiglie monogenitoriali, siano residenti in Emilia-Romagna, abbiano bambine e bambine tra 3 e 13 anni (nati cioè dal 1° gennaio 2008 al 31 dicembre 2018) e che si trovino in una delle seguenti condizioni:

  • occupati;
  • incassa integrazione, mobilità o disoccupati purché partecipino alle misure di politica attiva del lavoro concordato con il Centro per l'impiego;
  • impegnati in modo continuativo in compiti di cura, se nel nucleo familiare è presente una persona con disabilità grave o non autosufficiente.

È necessario inoltre avere un reddito ISEE massimo di 35mila euro: al momento della richiesta del contributo va allegata l’attestazione ISEE 2021 o, in alternativa per chi non ne fosse in possesso, quella 2020.

Come fare domanda

I Comuni stilano un elenco di centri estivi, sia pubblici che privati, che hanno le caratteristiche per aderire al progetto. Se il centro estivo scelto dalla famiglia rientra in questo elenco si può presentare richiesta di contributo. La procedura per la richiesta viene gestita dai singoli Comuni tramite i canali istituzionali. Si consiglia quindi, per tutte le informazioni necessarie, di fare riferimento a siti web o all'Urp del proprio Comune di residenza.

Alla domanda dovrà essere allegata l'attestazione ISEE. I Comuni compilano poi la graduatoria dei possibili beneficiari del contributo fino ad esaurimento della disponibilità finanziaria.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/05/28 15:46:00 GMT+1 ultima modifica 2021-06-04T11:48:45+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina