Infanzia e adolescenza

Il coordinatore pedagogico

Cosa fa la Regione

Il coordinatore pedagogico, introdotto nei servizi per la prima infanzia dell’Emilia-Romagna a partire dagli anni 70, costituisce un tratto distintivo del sistema educativo pubblico e privato 0-6 anni.

La Regione Emilia-Romagna in quegli anni ha sostenuto le esperienze territoriali, principalmente nei comuni capoluogo, promuovendo la diffusione di tali figure professionali in tutto il territorio regionale e la formazione ad essi dedicata.

Negli anni 2000 la legislazione regionale ha dato visibilità alle buone pratiche e consapevolezze territoriali, riconoscendo al coordinatore pedagogico il ruolo di indirizzo e sostegno tecnico al servizio educativo e di raccordo tra i servizi educativi e con le scuole dell’infanzia, l’ambito sociale e sanitario. Dunque il coordinamento pedagogico rappresenta lo strumento per garantire il raccordo tra i servizi per la prima infanzia all’interno del sistema educativo territoriale, secondo principi di coerenza e continuità degli interventi sul piano educativo e di omogeneità ed efficienza sul piano organizzativo e gestionale.

Nel quadro normativo complessivo, di sostegno e qualificazione del sistema integrato per l’infanzia, le Leggi Regionali n. 26/2001 e n. 12/2003 hanno previsto figure di coordinamento pedagogico anche nelle scuole dell’infanzia, ponendosi l’obiettivo di sostenere i soggetti gestori facenti parte del sistema nazionale di istruzione affinché provvedano a dotarsi di queste professionalità.

I Coordinamenti pedagogici territoriali

All'interno del nuovo assetto istituzionale regionale e della normativa nazionale, il Coordinamento pedagogico territoriale è istituito dai Comuni capoluogo, di ambito provinciale.

È costituito dai coordinatori pedagogici dei servizi per l’infanzia dei Comuni e di enti o soggetti gestori privati, con compiti di formazione, confronto e scambio delle esperienze, promozione dell’innovazione, sperimentazione e qualificazione dei servizi. I CPT supportano i processi di valutazione della qualità dei servizi educativi per la prima infanzia.

I Coordinamenti pedagogici territoriali sono istituiti nei Comuni di:

L'indagine regionale sui coordinatori pedagogici al 31/12/2020 (pdf156.05 KB)

Il termine dell'indagine in corso è stato prorogato al 10 aprile 2021.

Il Servizio Politiche sociali e socio educative esegue realizza periodicamente un'indagine finalizzata a monitorare l'evoluzione dei coordinatori pedagogici dei servizi per l’infanzia in Emilia-Romagna.

Le iniziative regionali di formazione per il personale educativo e i coordinatori pedagogici.

Nell’ottica della qualificazione del sistema dei servizi educativi per l’infanzia la Regione sostiene annualmente la formazione continua del personale educativo e dei coordinatori pedagogici. Sostiene altresì il funzionamento dei Coordinamenti Pedagogici Territoriali, in quanto luoghi di confronto e formazione sui differenti orientamenti che hanno prodotto le progettazioni pedagogiche ed i modelli organizzativi attualmente esistenti.

Azioni sul documento

pubblicato il 2013/07/30 11:15:00 GMT+1 ultima modifica 2021-09-10T15:25:15+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina