venerdì 20.07.2018
caricamento meteo
Sections

Immigrazione

Diventare insegnante di italiano L2

L’insegnamento dell’italiano L2 a stranieri, in particolare agli adulti, richiede una preparazione specifica da parte dei docenti. Per rispondere a tali esigenze, sono stati predisposti percorsi formativi specifici. In questa pagina vengono segnalati, in modo non esaustivo, alcuni indirizzi e alcuni percorsi per la qualificazione dell’insegnamento dell’Italiano L2. Se si ritiene utile segnalare corsi o indirizzi qui non presenti, si prega di scrivere a: bburgalassi@regione.emilia-romagna.it

Oltre ai corsi di perfezionamento/aggiornamento, che vengono svolti un po’ ovunque nel territorio nazionale ma che rilasciano solo un attestato di frequenza (6 o 12 CFU), le Certificazioni in didattica dell'Italiano come L2, rappresentano invece titoli culturali e interessanti opportunità formative che attestano la preparazione teorico-pratica nel campo dell’insegnamento dell’italiano a stranieri e garantiscono un certo grado di omologazione anche al di fuori dei percorsi formativi specifici:

  • DITALS gestita dall'Università per stranieri di Siena e strutturata su due livelli: DITALS I e DITALS II. Ogni candidato può prepararsi autonomamente nella modalità che ritiene più adeguata al livello di certificazione prescelto www.unistrasi.it;
  • CEDILS VENEZIA: rilasciata dall'università di Venezia www.itals.it;
  • DILS: rilasciata dall'università per stranieri di Perugia www.unistrapg.it.

Sono inoltre numerosi anche i Master (60 CFU) che mirano a fornire una preparazione teorica ed operativa legata a specifiche competenze professionali richieste a chi insegna ad apprendenti stranieri. Alcuni sono di primo, altri di secondo livello.

Tra i più rinomati si segnalano quelli dell’Università Ca' Foscari di Venezia (www.itals.it), dell’Università per stranieri di Siena (www.unistrasi.it), dell’Università per stranieri di Perugia (www.unistrapg.it), ma anche dell'Università di Padova, dell’Università Cattolica di Milano, dell’Università Statale di Milano, dell’Università Roma Tre, ecc.

I Diplomati in Master di Italiano a Stranieri si sono riuniti in associazione (A.D.M.I.S) con lo scopo di valorizzare il titolo conseguito. A tale scopo è stata creata una rete telematica che ospita la comunità dei soci, è stato creato un sito che contiene un bollettino periodico, materiali di formazione, informazioni professionali, inoltre si organizzano convegni di studio e formazione e si istituiscono gruppi di ricerca e pubblicazione dei risultati, ecc. Il sito dell’associazione è consultabile al seguente indirizzo: http://venus.unive.it/insegnare_italiano/admis/index.html

Il Diploma di Specializzazione (120 CFU) è un percorso formativo post-lauream che dura due anni e che ha l’obiettivo di fornire conoscenze e abilità per operare nel campo della didattica dell’italiano a stranieri, con il quale si ottiene anche la possibilità di vedersi riconosciuti fino a 6 punti per le graduatorie per l’insegnamento. Al termine del percorso viene rilasciato il titolo di Specialista in didattica dell’italiano a stranieri. Il diploma “storico” è rilasciato dall’Università per Stranieri di Siena.

In Italia non è previsto alcun riconoscimento per la "professione" di docente di italiano a stranieri, né nel pubblico né nel privato. Per questo motivo l'APIDIS (www.apidis.it) sta cercando di realizzare un Albo professionale di docenti in possesso di determinati requisiti minimi. L'obiettivo è quello di dare valore e riconoscimento alla professione, puntare sulla qualità dell'insegnamento attraverso la qualità dei docenti.

< archiviato sotto: >
Azioni sul documento
Pubblicato il 14/02/2011 — ultima modifica 20/12/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it