sabato 24.06.2017
caricamento meteo
Sections

Immigrazione

Italiano per stranieri


Cosa fa la Regione

La conoscenza della lingua italiana e dell'educazione civica rappresenta il primo passo per l'inclusione sociale dei cittadini stranieri in Emilia-Romagna. Per questo motivo, tra gli obiettivi strategici del “Programma triennale per l’integrazione sociale dei cittadini stranieri 2009-2011”, la Regione ha individuato «la promozione dell’apprendimento e dell’alfabetizzazione della lingua italiana per favorire i processi di integrazione e consentire ai cittadini stranieri una piena cittadinanza sociale e politica».

La Regione sostiene percorsi di formazione linguistica sia attraverso la Programmazione sociale regionale sia per il tramite di altre azioni tra cui:
- sottoscrizione di protocolli e accordi con le Istituzioni e gli Enti locali regionali
- sottoscrizione di protocolli e accordi con le articolazioni dello Stato.

Questa collaborazione è finalizzata a proporre una offerta in grado di rispondere alle differenziate esigenze di apprendimento della popolazione straniera immigrata, garantendo attenzione alle donne e al rapporto sinergico tra il mondo della formazione e il mondo del lavoro.

In Emilia-Romagna sono state così sviluppate numerose iniziative e percorsi qualificati per sostenere un'offerta formativa linguistica L2 ampia e diversificata a favore dei cittadini stranieri. Per questo motivo, nella definizione e nell’attuazione degli interventi, oltre alla Regione, alle Province, ai Comuni e alle Istituzioni scolastiche, possono intervenire anche le parti sociali, il terzo settore e molti altri soggetti pubblici e privati.

Nell’ambito del sistema di istruzione degli adulti, sono dunque attive reti formali e informali in cui operano docenti, formatori e insegnanti volontari impegnati anche nello sviluppo di metodologie, linguaggi ed approcci di sperimentazione didattica L2.

Il disegno complessivo è dunque quello di ricondurre le azioni di insegnamento della lingua italiana a un quadro d’insieme coerente e meglio qualificato, anche attraverso la valorizzazione della professionalità dei docenti di italiano L2 e la sperimentazione di nuove iniziative capaci di diversificare l’offerta formativa linguistica.

A chi rivolgersi

Servizio Politiche per l'accoglienza e l'integrazione sociale

viale Aldo Moro 21 - 40127 Bologna

Marzio Barbieri
tel. +39 051 5277103
mabarbieri@regione.emilia-romagna.it

Per approfondire

  • Diventare insegnante di italiano L2 L’insegnamento dell’italiano L2 a stranieri, in particolare agli adulti, richiede una preparazione specifica da parte dei docenti. Per rispondere a tali esigenze, sono stati predisposti percorsi formativi specifici. In questa pagina vengono segnalati, in modo non esaustivo, alcuni indirizzi e alcuni percorsi per la qualificazione dell’insegnamento dell’Italiano L2. Se si ritiene utile segnalare corsi o indirizzi qui non presenti, si prega di scrivere a: bburgalassi@regione.emilia-romagna.it
  • L'italiano L2 secondo il QCER

Norme e atti

  • Raccolta della normativa di settore A seguire vengono riportate le principali norme ed atti di indirizzo (europee, nazionali e regionali) in tema di apprendimento della lingua L2
  • Protocollo regionale sulla lingua italiana L2
  • Accordi per l'insegnamento dell'italiano L2 La conoscenza della lingua rappresenta un indicatore del successo del percorso migratorio e della capacità degli immigrati di inserirsi professionalmente e socialmente nella società italiana. Per questo motivo, accanto all’apprendimento della lingua italiana, si intende favorire l'acquisizione delle basi di educazione civica, di educazione alla salute, di competenze in materia di sicurezza nel lavoro e la conoscenza dei servizi sociali e sanitari presenti sul territorio regionale.

Iniziative particolari

Pubblicazioni

< archiviato sotto: >
Azioni sul documento
Pubblicato il 20/12/2013 — ultima modifica 09/02/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it