Secondo Bando per l'erogazione di finanziamenti ad OdV, APS e Fondazioni Onlus impegnate nell'emergenza Covid-19

Rivolto a Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale e Fondazioni onlus
Stato
Chiuso
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Chi può fare domanda
  • Enti del Terzo settore
Data di pubblicazione 17/02/2021
Scadenza termini partecipazione 31/03/2021 13:00
Chiusura procedimento 31/07/2021

Come partecipare

IMPORTANTE

Lunedì 12 luglio 2021 la Giunta Regionale ha approvato l'elenco delle domande ammesse a finanziamento presentate da ODV, APS e Fondazioni del Terzo Settore per le spese sostenute durante l'emergenza Covid-19 (secondo bando).

Risorse destinate al bando e graduatoria delle domande ammissibili

Le risorse destinate al bando, originariamente costituite da 3.107.276,00 euro di provenienza statale, sono state incrementate a 8.403.874,00 euro con l’utilizzo anche di risorse regionali.

Questo ha consentito di finanziare tutte le domande, validamente presentate, per circa il 70% dell’importo ammissibile.

Lunedì 15 febbraio 2021, la Giunta regionale dell'Emilia-Romagna ha approvato la Deliberazione n. 195/2021 «Secondo bando per l'erogazione di finanziamenti ad Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di Promozione Sociale e Fondazioni Onlus impegnate nell'emergenza Covid-19 ai sensi degli articoli 72 e 73 del D.Lgs. n.117/2017 (Codice del Terzo Settore)», pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Burert n. 37 del 19 febbraio 2021 (Parte Seconda).

Termini di presentazione della domanda:

La domanda deve essere presentata solo per via telematica, sottoscritta dal legale rappresentante, dalle ore 10.00 del 1 marzo 2021 ed entro le ore 13.00 del 31 marzo 2021, utilizzando il servizio on-line disponibile in questa pagina, compilando la modulistica in ogni sua parte. 

Chi può partecipare al bando:

  1. le Organizzazioni di volontariato iscritte da almeno 6 mesi nel registro regionale di cui alla L.R. n. 12/2005 e con almeno 15 soci aderenti;
  2. le Associazioni di promozione sociale iscritte da almeno 6 mesi nel registro regionale di cui alla L.R. n. 34/2002 e con almeno 30 soci aderenti;
  3. le Associazioni di promozione sociale con sede in regione Emilia-Romagna iscritte da almeno 6 mesi nel registro nazionale di cui all’art. 7 delle L. 383/2000 istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in qualità di enti affiliate e con almeno 30 soci aderenti;
  4. le Fondazioni del Terzo settore con sede in regione Emilia-Romagna iscritte da almeno 6 mesi all’anagrafe delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) istituita ai sensi dell’art. 11 del D.lgs. n. 460/1997 presso l’Agenzia delle Entrate: tale iscrizione assolve al requisito dell’iscrizione al Registro unico nazionale del Terzo settore.

I requisiti di iscrizione di almeno sei mesi e del numero minimo dei soci devono essere accertati alla data di approvazione del presente Bando (15 febbraio 2021)

Le risorse sono finalizzate a sostenere le seguenti attività svolte da OdV, APS e Fondazioni:

  1. interventi per rispondere ai bisogni fondamentali e alle esigenze straordinarie della popolazione e in particolare delle persone fragili, a seguito dell'emergenza creatasi sul territorio a causa del diffondersi del Covid-19;
  2. riavvio e mantenimento sul territorio delle iniziative culturali, sportive, ricreative, educative, etc.;
  3. prosecuzione attività dei centri sociali, aggregativi e ricreativi;
  4. azioni di sostegno alle persone in condizione di fragilità e di svantaggio;
  5. promozione e sviluppo del recupero dei beni alimentari e non, a fini di solidarietà sociale;
  6. promozione di azioni per combattere il cambiamento climatico, per la tutela dell’ambiente e il benessere degli animali.

Le attività dichiarate devono  essere coerenti con le finalità indicate nello statuto del soggetto richiedente e rientrare fra quelle di cui all'art. 5 del D.Lgs. n.117/2017.

Per lo svolgimento delle attività sopra elencate sono ammesse le seguenti spese, sostenute nel periodo dal 1 settembre 2020 al 15 marzo 2021

  • spese di gestione immobili (canoni di affitto, utenze, pulizie, piccole manutenzioni ordinarie strettamente necessarie allo svolgimento delle attività, etc.);
  • spese per igienizzazione / acquisto DPI / attuazione misure di contrasto alla diffusione del Covid-19;
  • spese per acquisto di beni / attrezzature entro il valore unitario massimo di euro 516,46, a condizione che risultino indispensabili per la realizzazione delle attività;
  • spese acquisizione beni di consumo e servizi;
  • spese di personale, esclusivamente riferite alle attività di cui al precedente paragrafo;
  • rimborsi spese ai volontari coinvolti nelle attività elencate al precedente paragrafo.

Non sono ammesse le spese che:

  • siano già state finanziate da altre leggi o provvedimenti nazionali, regionali e locali, o per le quali sia già stato ottenuto o richiesto contributo a valere su altre misure nazionali, regionali o comunali;
  • non siano direttamente imputabili alle attività oggetto del presente avviso.

Il contributo minimo previsto è di 2.500,00 euro (al di sotto di tale cifra le domande non saranno ammesse). Il contributo massimo, anche a fronte di spese ammissibili superiori, è di 10.000,00 euro.

I fondi, di provenienza statale, assommano a 3.107.276,00  euro e sono stati programmati al fine del raggiungimento dei seguenti obiettivi (cfr. paragrafo 2. Obiettivi prioritari di intervento):
1) Porre fine ad ogni forma di povertà.
10) Ridurre le ineguaglianze.
11) Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili.
13) Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico.

Per l’accesso al servizio on-line, è necessario essere dotati di un'identità digitale di persona fisica SPID o Federa, con livello di affidabilità alto (cioé: SPID=livello L2, FEDERA con livello di affidabilità=ALTO, password policy = DATI PERSONALI)
- Per dubbi su Federa: consultare la pagina delle FAQ 
- Per dubbi su SPID, consultare la pagina web del Governo
(N.B: L'account SPID o FEDERA deve essere posseduto da CHI COMPILA LA DOMANDA, che può essere persona diversa dal LEGALE RAPPRESENTANTE. Ogni compilatore, cioè ogni account SPID-FEDERA, può presentare più domande).


Materia: Diritti e sociale

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/02/17 13:00:00 GMT+2 ultima modifica 2021-07-14T10:58:41+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina