mercoledì 28.06.2017
caricamento meteo
Sections

Rete regionale dei Centri interculturali

Notizie

Il documentario come finestra sul mondo

Il documentario come finestra sul mondo

Il documentario, ed in particolare quello sociale cui d'ora innanzi faremo in particolare riferimento, è divenuto un linguaggio cinematografico che si è guadagnato negli ultimi anni una nuova meritata attenzione, per una specifica capacità e possibilità di raccontare il mondo reale , di approfondire e raccogliere storie.

Intervista all'assessore Valentina Morigi

Intervista all'assessore Valentina Morigi

Tra i primi atti pubblici della nuova assessora all’immigrazione Valentina Morigi c’è l’annuncio dell’hub minori a Ravenna realizzato con Anci, a costi zero per il Comune, ma che ha comunque suscitato dure polemiche ancor prima dell’apertura.

In ricordo del grande Dario Fo dalle donne di Trama di terra

In ricordo del grande Dario Fo dalle donne di Trama di terra

Vogliamo salutare il grande Dario Fo pubblicando la ripresa del suo intervento di tre anni fa al Teatro Ebe Stignani di Imola, quando ci fece l’immensa e inaspettata sorpresa di ricomparire per la prima volta in pubblico, dopo la perdita della compagna Franca Rame, per aiutarci a lanciare la campagna per lo Sciopero delle donne.

Come costruire comunità accoglienti?

Come costruire comunità accoglienti?

Giornata di autoformazione per i centri interculturali dell’Emilia Romagna. Un OST per pensare insieme il futuro delle nostre comunità. In nome dell’accoglienza per tutti.

Con le parole dei bambini

Con le parole dei bambini

Si è svolta nei mesi scorsi in tutta Italia la giornata della Lingua Madre, un appuntamento che ha l’obiettivo di promuovere la diversità linguistica e culturale ed il multilinguismo nella convinzione che una cultura della pace possa fiorire solo dove ognuno può comunicare liberamente nella propria lingua.

I "cyber" genitori a scuola

I "cyber" genitori a scuola

Nella cosiddetta epoca di Internet e del digitale, il paradigma delle vecchie generazioni che trasmettono il loro sapere alle nuove si è invertito e i figli sviluppano un linguaggio e delle conoscenze informatiche e digitali che i genitori spesso non conoscono e non riescono a gestire.

Per un’educazione linguistica democratica

Per un’educazione linguistica democratica

Abbiamo lavorato 10 anni con gli insegnanti e le mediatrici culturali, soprattutto in ambito formativo con l’Università di Venezia Cà Foscari, per acquisire conoscenze e competenze di un nuovo e inedito insegnamento, quello della Lingua Seconda (L2).

"Je suis razza umana" Tra nuove identità e tradizione

"Je suis razza umana" Tra nuove identità e tradizione

“Negli anni Novanta ero l’unica straniera in classe. Ero diversa per il colore della pelle, i capelli ricci, il nome e per come si vestiva mia madre. Non lo ero per la religione”. A parlare è una ragazza di poco più di vent’anni che cerca di capire che cosa sta succedendo qui a Modena, in Italia, a poco più di mille chilometri da Parigi, dove nel 2015 ci sono stati ben due attentati terroristici.

Raquel e l'importanza del sostegno allo studio

Raquel e l'importanza del sostegno allo studio

Martedì 28 giugno scorso, sono iniziate presso la nuova Casa dell’Intercultura “Aylan Kurdi” in via Toni 12-14 le attività estive di sostegno allo studio per bambini delle scuole elementari, medie e superiori del comune di Rimini. Qui i bambini e ragazzi hanno l’opportunità di fare i compiti e, in alcuni casi, anche apprendere l’italiano da zero, con l’aiuto di volontari preparati e competenti di tutte le età.

Esprimersi  e raccontarsi: i laboratori creativi nell'educazione interculturale

Esprimersi e raccontarsi: i laboratori creativi nell'educazione interculturale

Quando si parla di laboratori creativi ed espressivi, si fa riferimento ad un ventaglio piuttosto ampio e diversificato di proposte ed esperienze, che va dai percorsi teatrali, ai laboratori artistici, dalla scrittura creativa alla musica.

Musica senza frontiera

Musica senza frontiera

Mihretu Ghide, accompagnato dai Panacea, è stato un gradito ospite della X edizione del Festival delle Culture di Ravenna. Si è esibito sul palco dell'Almagià domenica 26 giugno scorso, come penultimo concerto della kermesse, davanti a un pubblico molto attento e rapito da sonorità inedite. Prima dello spettacolo siamo riusciti a fare due chiacchiere con Mihretu.

Corso d’italiano per profughi anche in estate

Corso d’italiano per profughi anche in estate

In collaborazione con il centro interculturale di Parma, l’associazione CIAC (Centro immigrazione asilo e cooperazione) Onlus propone anche per tutta l’estate, un corso di lingua italiana per profughi.

Progettare insieme un festival

Progettare insieme un festival

Ogni anno, dopo l’estate si ricomincia. Ricominciamo dall’ultimo Festival delle Culture per chiederci come è andata. E’ il momento della valutazione partecipata. Accade sempre che la soddisfazione sfumi le diverse criticità che mano a mano si fanno emergere: ritardi, incomprensioni, cambiamenti di programma, slittamento di eventi, imprevisti, conflitti o disaccordi.

Imparando la lingua cinese

Imparando la lingua cinese

Chiediamo sempre a chi arriva nel nostro paese da fuori di imparare la lingua e di adattarsi alla nostra cultura. Non c’è nulla di male in questo, anzi, ma siamo anche noi disposti a fare qualche passo verso di loro?

Una scuola, tante lingue

Una scuola, tante lingue

Crescere tra tante lingue è un progetto di educazione plurilingue realizzato nel nido Cittadella e scuola dell’infanzia Sant’Antonio di Modena, due realtà dove l’85% dei bambini ha almeno un genitore con una lingua madre diversa dall’italiano. Il progetto nasce dal bisogno di coinvolgere le famiglie come interlocutori attivi nel progetto pedagogico-educativo dei due servizi.

Il diritto d’asilo

Il diritto d’asilo

A novembre 2015, il Servizio Politiche per l’accoglienza e l’integrazione sociale della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con l’associazione Asilo in Europa, ha avviato un progetto di ricerca sulle informazioni dei Paesi di origine dei richiedenti protezione / titolari di protezione internazionale più presenti sul territorio regionale, meglio note con l’acronimo “COI” (dall’inglese “Country of Origin Information”).

“Parmayouthfriday” il multiculturalismo a Collecchio

“Parmayouthfriday” il multiculturalismo a Collecchio

La Fondazione Cariparma festeggia i 25 anni e invita a cena 1.000 giovani per #parmayouthfriday, serata giovane della Festa Multiculturale. Mille giovani dai 16 ai 25 anni sono invitati a sedersi a tavola nella serata di apertura della Festa Multiculturale, a Collecchio, venerdì 24 giugno.

Esperienza e impegno: il lavoro prezioso dei Tutor

Esperienza e impegno: il lavoro prezioso dei Tutor

Il progetto Tutor in Lingua Madre nasce per poter abbattere questo muro, far crollare la percentuale così alta di ragazzi che in tenera età abbandonano gli studi per problemi legati alla lingua. L’obiettivo primario è quello di contribuire alla diminuzione dell’insuccesso scolastico dei minori stranieri delle scuole superiori della Città di Reggio Emilia.

L’odio non è un’opinione

L’odio non è un’opinione

Il discorso d’odio non è un problema nuovo, ma è il suo impatto su Internet a dare nuovi motivi di preoccupazione. Nel 2014, l’Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) ha registrato 347 casi di espressioni razziste sui social, di cui 185 su Facebook e le altre su Twitter e Youtube.

La lingua madre nell’apprendimento dell’italiano come seconda lingua: un percorso bibliografico

La lingua madre nell’apprendimento dell’italiano come seconda lingua: un percorso bibliografico

I Centri Interculturali e le biblioteche specializzate nei temi dell’insegnamento della lingua italiana costituiscono una importante risorsa che mette a disposizione materiali e sussidi davvero utili per avviare seri percorsi di valorizzazione della L1.

Azioni sul documento

Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it